Christus Rex e Forza Nuova a Costagrande (VR): Rimpatrio clandestini subito!

20150720_210349

di Redazione

Ieri l’Avv. Croce si è recato a Costagrande di Avesa ed ha parlato con la responsabile della Onlus che presta i servizi di accoglienza ai 300 immigrati clandestini (macché profughi!) ivi ospitati da un privato lautamente remunerato dallo Stato.
I migranti sono liberi di girare, fermare i veicoli, pretendere passaggi; non hanno nulla da fare tutto il giorno; la Commissione prefettizia che dovrà giudicare sulle loro richieste di asilo (una sola per tutto il Veneto con sede a Verona …) ci metterà anni a vagliare tutte le istanze.
Di fatto, sono profughi stanziali, pagati, nullafacenti.
Dulcis in fundo: a giorni verrà fornito un BUS NAVETTA gratuito per i trasferimenti da Costagrande al centro-città.

“Chi avvalla queste ondate migratorie, che minimizza questo flusso disordinato e pericoloso in nome di un solidarismo e terzomondismo sulla pelle dei più deboli, chi amministra e finge di non vedere il disagio e l’insicurezza crescenti nei quartieri, è COLPEVOLE dei disastri imminenti. Sia esso il Presidente del Consiglio, il Prefetto, il Sindaco” – dice giustamente l’Avv. Michele Croce. O altri enti, che magari con contratto privato forniscono alla tenuta divenuta tendopoli, il servizio di smaltimento rifiuti. Noi cattolici possiamo aggiungere che il buonismo è falsa carità perché se vi sono comunità da aiutare lo si fa a casa loro. Se l’accoglienza è una pappatoria, ossia un business per privati e cooperative, allora l’ipocrisia aumenta. Se questa immigrazione indiscriminata determina disagi sociali, oltre, addirittura, ad agevolazioni economiche e personali determinate da assurde pretese da parte di questi “ospiti” imposti dal mondialismo delle lobby per la destabilizzazione di quel che resta dell’Europa cristiana, ecco che i cattolici non possono aderire a questo satanico progetto e devono scendere in piazza col popolo, come avvenuto ieri sera a Costagrande di Avesa, comune di Grezzana, a pochi passi da Verona. Oltre 200 forzanovisti, appoggiati da una ventina di residenti e da una delegazione del nostro “Christus Rex” hanno esposto un eloquente striscione. “La nostra pazienza è finita”. Luca Castellini, coordinatore per il Nord Italia di FN ha duramente contestato il limitrofo presidio legaiolo, presentandosi ad un faccia a faccia spontaneo, con al seguito una delegazione FN e CR: “fino a ieri tirapiedi di Tosi e oggi quaquaraqua per mera propaganda elettorale a fronte di 20 anni di Governo di Regioni e del Paese fatti di chiacchiere e fatti opposti. L’immigrazione combattuta a parole è stata permessa anche dalla Lega” – ha urlato Castellini al drappello di leghisti, alcuni dei quali si sono spaventati, altri si sono fatti sentire con il lancio di un pezzo di temibilissima anguria… Poi, tappa a Costagrande ove la Polizia ha sbarrato la strada. Ma i manifestanti hanno potuto far sentire ben chiara la loro voce e il supporto ai residenti, in attesa che presto i clandestini vengano rimpatriati. Nel frattempo giungeva la notizia del trasferimento del prefetto di Treviso, a seguito dello sgombero dei clandestini avvenuto la scorsa settimana, dopo la protesta dei residenti coadiuvati da Forza Nuova…

.facebook_1437459587800  20150720_210739 20150720_210523 20150720_210440 20150720_210421

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vedi anche:

http://corrieredelveneto.corriere.it/veneto/notizie/cronaca/2015/18-luglio-2015/profughi-esplode-protesta-forza-nuova-costagrande-2301673790081.shtml

http://www.tgverona.it/pages/425130/attualita/costagrande_tensioni_tra_lega_e_forza_nuova.html

 

Una Risposta

  • Sono tutte situazioni talmente illogiche e pazzesche che ogni reazione potrebbe essere giustificata ! Lo spregio delle più elementari pratiche di assistenza ai cittadini italiani è prassi comune avvallata da governi da schifo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *