Treviso: distribuzione di foglie di alloro e di un po’ di Catechismo davanti al Duomo

foto le foglie di francesco

Segnalazione di Luciano Gallina

Domenica 12 luglio 2015, in Piazza Duomo a Treviso nei pressi della gradinata che porta al Duomo stesso, sono stati distribuiti dei sacchetti contenenti quattro foglie e un foglietto con il testo in calce.

È stata avvisata la stampa (Gazzettino, La Tribuna di Treviso e Antenna Tre), inviando agli stessi la foto del sacchetto e il testo in esso contenuto.

La scelta del sacchetto con le foglie è dovuto al fatto che Bergoglio ha chiesto in via ufficiale di masticare della coca e al suo passaggio, sono state distribuite 20.000 (VENTIMILA) bustine di foglie di coca ai presenti

In allegato foto del sacchetto e di alcuni volontari che si sono prestati per la distribuzione dei sacchetti

Le foglie

Di   Francesco

 

Bergoglio 4 foglie per 4 peccati

 

 

I QUATTRO peccati che gridano vendetta al cospetto di Dio

 

  • OMICIDIO VOLONTARIO.

C’è qualcosa di più grave dell’aborto quale è l’omicidio voluto dalla madre?

Allora perché Bergoglio telefona alla Bonino (ma anche a Pannella), per invitarLa a pentirsi? Ma NO! Le dice “tieni duro”. Durante il colloquio “abbiamo parlato di migranti, povertà e del Mediterraneo.” Sui 6.000.000 di bambini UCCISI VOLONTARIAMENTE (“solo” in Italia, dopo la legge 194/78, promossa con accanimento dalla Bonino & C.) nemmeno un accenno.

  • ATTO IMPURO CONTRO NATURA

Bergoglio disse: …”chi sono io per giudicare?” E chi se non il Vicario di Cristo deve pronunciarsi su tutti i peccati?

Certo, solo Dio può giudicare la persona. Ma il PECCATO deve essere giudicato e combattuto per la salvezza delle anime.

Allora perché Bergoglio riceve in Vaticano un pubblico peccatore ( trans spagnolo con tanto di “fidanzata”). Forse per redimerLa?

  • OPPRESSIONE DEI POVERI

Nessuna ideologia ha generato povertà, miseria e morte quanto quella Comunista, ripresa nella versione “teologia della liberazione”.

  • FRODE NELLA GIUSTA MERCEDE AGLI OPERAI

Il Comunismo e la Massoneria dicono di essere con il proletariato e con i più deboli. Di fatto rendono tutti -tranne i capi- più poveri non solo materialmente, ma e soprattutto, spiritualmente.

Allora perché Bergoglio riceve, dal Presidente Boliviano, Gesù Crocifisso su falce e martello? Ma SI creando una nuova icona blasfema Bergoglio ci comunica che non è più la Croce a salvarci bensì la falce e il martello.

Non dobbiamo meravigliarci allora se l’uomo vestito di bianco riceve in Vaticano i rappresentanti del B’nai B’rith, la più potente loggia massonica mondiale e controllore del sistema finanziario (signoraggio) internazionale.

Ma SI, coerente con il suo stile doppiogiochista, Bergoglio a parole conforta i deboli ma di fatto sta con i potenti.

Ricordiamoci che:

-i comunisti e sostenitori a vario titolo sono scomunicati dalla Chiesa Cattolica con decreto del Sant’Uffizio del 1º luglio 1949. Mai abrogato quindi tuttora in vigore.

– Nel 1917 la Madonna a Fatima aveva già avvertito del pericolo del comunismo.

– Il noto braccio alzato con pugno chiuso fu per primo utilizzato per scegliere tra Cristo e Barabba.

Matteo 10.15: In verità vi dico, nel giorno del giudizio il paese di Sòdoma e Gomorra avrà una sorte più sopportabile

TU LO CONSIDERI ANCORA PAPA?

12 Risposte

  • Ben fatto! Queste sono le cose che fanno veramente bene…soprattutto l’aver ricordato i quattro peccati che gridano vendetta al cospetto di Dio ( purtroppo ignorati dai più ).

  • Meravigliosa iniziativa ! Che il Signore apra gli occhi dei cattolici attraverso anche queste iniziative coraggiose !

  • un’idea per la prossima iniziativa : una foglia di fico da agitare alla prossima udienza del mercoledì o aperitivo della domenica quando “parla” il perito chimico

  • Complimenti per il coraggio e la chiarezza della denuncia pubblica. È ora che i veri cattolici abbiano il coraggio di denunciare pubblicamente le eresie del vescovo di Roma. Un grazie ai promotori .

  • Bell’articolo! Sintetico, comprensivo e con tutte le informazioni necessarie!
    Grandissimo Luciano!

  • Luciano hai il merito di aver avuto l’idea, di averne parlato e di averla realizzata. E’ lo spirito che muove l’azione del nostro Circolo Christus Rex dalla sua nascita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *