”Gli immigrati ci arricchiscono economicamente e culturalmente”, “arcivescovo” Pennisi come la Boldrini….

pennisi

“L’immigrato è un essere umano da accogliere e contribuisce ad arricchirci economicamente, culturalmente e religiosamente”. Monsignor Michele Pennisi, arcivescovo di Monreale, parte da questa convinzione per difendere i principi dell’accoglienza e accusare il governo Renzi di far poco e male per le decine di migliaia di clandestini che sbarcano sulle coste italiane.

Mancano politiche di accoglienza e integrazione – spiega in una intervista alla Stampa – l’unica maniera umana di accoglierli è integrarli sul territorio, attraverso strutture piccole, a misura d’uomo”. “Nei centri in cui vengono ammassati migliaia di profughi è impossibile andare incontro ai bisogni di ciascuno”, dice monsignor Pennisi invitando il governo a garantire a ogni disperato che sbarca in Italia “un percorso personalizzato con borse lavoro, tirocini formativi, corsi di italiano e ricongiungimenti familiari”.

“Se ognuno fa qualcosa – dice – allora possiamo fare molto”. E chiede di cambiare il regolamento di Dublino, estendere ai profughi la copertura assicurativa dei lavori socialmente utili e affidare alle famiglie italiane iminori non accompagnati. “Non sfruttamento di manodopera, ma impiego a favore della collettività – continua – i profughi vogliono lavorare ma le norme lo impediscono”. Eppure, osserva ancora Pennisi, “basta l’ordinanza di un sindaco per consentire ai profughi di lavorare”.

“L’immigrato è un essere umano da accogliere e contribuisce ad arricchirci economicamente, culturalmente e religiosamente – insiste l’arcivescovo di Monreale nell’intervista alla Stampa – non è un fenomeno straordinario e temporaneo, dobbiamo farci i conti ogni giorno”. E invoca maggiore buon senso e meno misure emergenziali:“Dobbiamo guardarci dal cinismo di chi pensa di approfittare delle sventure altrui per fare affari”.

A speculare sono “immobiliaristi, cooperative legate a personaggi politici, fornitori di servizi, alberghi che ospitano immigrati. Hanno vantaggi economici, senza preoccuparsi della qualità della vita degli immigrati”, prosegue il monsignore. “In megastrutture come il Cara di Mineo è impossibile l’integrazione – conclude – invece ci sono famiglie disposte ad accogliere i minori non accompagnati dando loro assistenza sanitaria e inserimento scolastico e sociale”.

 

 

Fonte: http://www.mafia-capitale.it/index.php/2015/08/18/gli-immigrati-ci-arricchiscono-economicamente-e-culturalmente-arcivescovo-pennisi-come-la-boldrini/

 

2 Risposte

  • Non è tutto sbagliato quel che dice questo Pennisi (“monsignore” è un po’ troppo!).
    Che poi famiglie italiane possano accogliere i minori immigrati sarebbe ottimo per fare loro assaporare un po’ di religiosità cristiana…Ma dove la si troverebbe oggi, nelle famiglie italiane? Quindi discorso bello ma utopico poichè non tiene conto della disgregazione sociale nazionale e perdita di fede ovunque.Si capisce quindi come Pennisi viva in un Limbo tutto suo !

  • Questa non è immigrazione .E’ una invasione vera e propria, per me con quello che sta accadendo in Europa non è regolamentare una invasione.Va bloccata come stanno facendo o tentando alcuni paesi.Tutto questo fa parte del piano massonico.Ormai la carità cristiana siciliana che anni fa accoglieva i poveretti o presunti poveretti non scordiamoci che chi fugge è gente che nel proprio paese stava meglio degli altri si è esaurita ed è stata sostituita dalla macchina mafiosa (terzo posto nei profitti neri).L’Italia o meglio il governo italiano vedi articolo di Danilo Quinto ci sta con tutte le scarpe e la mia paura è che al momento opportuno una parte di questi invasori si darà a causare il famoso caos insieme al collasso economico che, si sa chi,vorrebbe precedere l’ordo.La Lega si ooppone e pochi altri ma la potenza di fuoco e sottovalutata da Salvini e per come la penso io la politica di qualsiasi ideale (partiti)è inutile Il pensiero monarchico è solo nel Cattolicesimo.Bisognerebbe avere un nuovo Borbone .Tutto ciò che devia dal Cattolicesimo compreso il pensiero sociale non arriva al traguardo se non accompagnato da Nostro Signore Gesù Cristo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *