Scrittrice “gender” scrive a Bergoglio, lui risponde e benedice

FRANCESCA PARDI

ROMA – ”Mi ha incoraggiato ad andare avanti e mi ha impartito la benedizione”: Francesca Pardi, fondatrice con la compagna Maria Silvia Fiengo, della casa editrice per bambini Lo Stampatello, autrice di libri come “Piccolo Uovo”, “Piccola storia di una famiglia: perché hai due mamme?” e “Qual è il segreto di papà?” nell’occhio del ciclone gender dopo la messa all’indice dei libri da parte del sindaco di Venezia, racconta all’Ansa la sorpresa di aver ricevuto una lettera dal Papa.

E’ fiera la Pardi di tenere tra le mani la missiva firmata da mons. Peter B. Wells per conto di Francesco, ”sperando – dice l’autrice – che questo gesto avvii un cambiamento di toni sul tema delle famiglie ‘altre’, un maggiore rispetto per persone come me in un momento in cui ci sentiamo oggetto di una crociata”. La Pardi aveva mandato a giugno al Papa l’intero catalogo dei libri editi da Lo Stampatello sperando in una lettura. ”Non troverebbe, tra queste pagine – ha scritto – neanche l’ombra di quella teoria del gender di cui questi libri sarebbero lo strumento principale: dov’è che diciamo ai bambini che possono scegliere il proprio genere? dove parliamo loro di sesso?”.

 

 

 

Fonte: http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-italia/scrittrice-gender-scrive-al-papa-lui-risponde-e-benedice-2260266/

 

5 Risposte

  • “Perché hai due mamme” a che cosa rinvia, se non – in radice – al sesso? Perché due donne stanno insieme? Per “volersi bene” e “avere figli”?
    Nessuno cada in queste trappole, peraltro evidenti a chi abbia “cacciato” anche solo una volta.
    Donnacce come questa vorrei vederle rese innocue in una patria galera (senza pc). Quanto a chi le protegge (en haut, innanzitutto), quindi lavora con loro, aspetteremo il giudizio di Dio, e sarà ben sufficiente!!! Quanto a noi, c’è il manto della SS.ma Vergine Maria sotto il quale possiamo rifugiarci senza nulla temere.
    Ma per carità, prima di chiamare “papa” quel farabutto, un rapido ripasso semantico.

  • Bella l’idea bergogliesca di inviare una letterina di incoraggiamento. Che il tal Bergoglio fosse a conoscenza delle porcate scritte dalla lesbica o no, e fosse solo azione del tal Peter Wells (monsignore, dove? dove penso io….), la responsabilità del Bergoglio è evidente quanto meno nella sua scelta di collaborazione. Ma ho seri dubbi che quello sciagurato sedente non sia a conoscenza, visto quello che fece per Pannella e la feticida nostrana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *