Subito in piazza giovedi’ 8 ottobre davanti all’ex caserma Nato delle Torricelle.

 

verona ai veronesi

A cura del Comitato “Verona ai Veronesi”

Dal giornale “L’Arena” di qualche giorno fa apprendiamo che, dopo celeri lavori di ristrutturazione interna ed esterna, i locali dell’ex palazzina Nato di Via Caroto sulle Torricelle è pronta ora ad ospitare una ventina di persone richiedenti asilo.  Ad occuparsi amorevolmente di queste persone sarà la cooperativa sociale Milonga, che si assicurerà inoltre che esse vengano inserite in un progetto dall’alto valore formativo: quello di ripulire l’area verde delle mura; la notizia oltre allo sdegno e allo sconforto non può che suscitare in tutti noi parecchi interrogativi. Chi si è occupato del risanamento e della risistemazione dell’area dell’ex palazzina Nato abbandonata ormai da molto tempo? Il prefetto? E chi gliel’ha ordinato? E perché nessuno all’interno dell’amministrazione non ha preso una chiara posizione contro l’ormai conclamato “business dell’accoglienza”?‎ Con quali soldi sono stati effettuati i lavori? O meglio da dove arriva il denaro? O, meglio ancora, da dove arrivano queste persone? Da cosa scappano? Perché poi le cooperative sociali fanno a gara per ospitare i migranti? Questo spirito caritatevole e filantropico perché si indirizza sempre e solo verso gli immigrati? Non è forse vero che qualche furbone ci sta lucrando sopra? Queste sono le domande che, come semplici cittadini, ci stiamo facendo quando ognuno di noi, distogliendo orecchio e sguardo da televisori e giornali ed aprendo gli occhi alla realtà, scopre in cuor suo che quello che sta accadendo a Verona e in Italia è un attacco alle nostre città, al futuro dei nostri figli, un insulto alla nostra dignità di cittadini che pagano le tasse.  Pensiamo a tutti quei tributi che non verranno utilizzati per aiutare quelle famiglie italiane che ingrossano sempre più le fasce deboli della società, ma che sarà poi l’Europa a gettare nel vento contribuendo a riempire i nostri quartieri di migliaia di migranti economici, di nordafricani e mediorientali adulti che non fuggono da nessuna guerra, destinati a non trovare lavoro e, a breve, pronti a delinquere per sopravvivere o ad essere inseriti nei cicli produttivi industriali come manodopera a basso costo, partecipando attivamente così all’abbassamento ulteriore dei livelli salariali e delle tutele dei lavoratori. Non possiamo accettare che un clandestino appena arrivato in Italia abbia diritto a essere accolto e mantenuto ben prima di qualsiasi italiano in difficoltà, quando troppi nostri concittadini vivono in condizioni disperate, abbandonati dallo Stato e dalle istituzioni.  Questo insano meccanismo è reso ancora più malato da coloro che, dietro l’ipocrita maschera della solidarietà, attraggono con false promesse ed accolgono con finte braccia caritatevoli queste masse di individui senza identità a spese dei cittadini.  Fin dove vogliamo spingerci con questa sconsiderata politica dell’accoglienza indiscriminata? Fin quando non avremo più lavoro, diritti, stato sociale, sicurezza e identità? Possibile che prefetti, sindaci, partiti, Chiesa e associazioni di volontariato non si accorgano di essere complici della tragedia che stanno alimentando?   Il comitato apartitico “Verona ai Veronesi”, neonata realtà a difesa del Territorio, della Cultura e Tradizione della nostra città, vuole proprio partire dallo scandalo dell’accoglienza business, invitando da qui in avanti tutti i Veronesi “vivi” e di buona volontà a seguire e sostenere un cammino al di là di partiti e istituzioni; una strada che possa creare un vero e proprio fronte comune che si erga a difesa della nostra Verona ogni volta ne si senta il bisogno. Verona ai Veronesi, dopo poche parole, vuole partire subito con i fatti e lancia una prima mobilitazione di protesta davanti all’ex palazzina Nato delle Torricelle per giovedì 8 ottobre p.v. dalle ore 20:30. Noi come semplici cittadini Veronesi e Italiani siamo determinati a non lasciare morire la nostra città, a non lasciare sola la nostra gente. Comitato “Verona ai Veronesi” veronaaiveronesi@yahoo.com https://www.facebook.com/Verona-ai-Veronesi-753236424788179/timeline/