polonia-elezioni

Roma 26 ott –

Fiore, a capo della delegazione forzanovista, sarà tra gli oratori nel corso della grande festa dell’indipendenza nazionale polacca dell’11 novembre prossimo. Prawo i Sprawiedliwosc, “Diritto e Giustizia”, il partito di Jaroslaw Kaczynski, stravince con il 40% annichilendo la sinistra che non raccoglie nemmeno un seggio e le sue posizioni antieuropeiste, attente alle problematiche sociali, legate alla difesa della vita e del matrimonio garantiscono per il futuro prossimo la vittoria dei valori tradizionali in Polonia. Ruch Narodowy, movimento vicino a Forza Nuova, presenta i suoi candidati con il cantante patriottico e tradizionalista Kukiz (terzo partito con il 9%) ed elegge dai 5 ai 10 deputati.“E’ la sconfitta sonora degli pseudo diritti gay e delle politiche gender, ma anche di chi sperava di far entrare immigrati e finti profughi” è l’analisi di Roberto Fiore, segretario nazionale di Forza Nuova e presidente del partito paneuropeo Alliance for Peace and Freedom.“La Polonia forma ormai, con l’Ungheria, un solido bastione nazional cattolico al centro dell’ Europa, forte e in ulteriore fase di ampliamento. Anche se “Diritto e Giustizia” in politica estera resta ancorato a posizioni filoamericane e anti russe – conclude Fiore – si sta facendo strada in settori interni al partito e sulla scena politica, in particolar modo nelle formazioni più vicine a Forza Nuova, una posizione antiamericana e più attenta al nuovo corso russo”.

                                        Forza Nuova

Alliance For Peace and Freedom (Italia) Ufficio stampa

 

 

 

 

Fonte: http://www.radiofn.eu/elezioni-polacche-scompare-sinistra-fioretrionfa-polonia-nazionalcattolica/#sthash.rtopPLha.xy83Nzqu.dpbs