Segnalazione di Maurizio-G. Ruggiero

Ok alla mozione che dà l’avvio alla formazione della repubblica catalana. Proteste di tutti i partiti. Il premier: «Impediremo che questa sfida alla democrazia si compia»

I rappresentanti popolari mostrano le bandiere spagnole durante il voto al Parlamento di Barcellona

09/11/2015
francesco olivo

Uno strappo storico. Il Parlamento di Barcellona ha votato la mozione che dà l’avvio alla formazione della repubblica catalana, 72 deputati a favore, 63 contrari. I parlamentari popolari hanno mostrato bandiere spagnole per protesta.

Quella di oggi è una decisione che fa seguito alla vittoria delle forze indipendentiste alle elezioni del 27 settembre. Il governo Rajoy è pronto a reagire: «Utilizzeremo lo stato di diritto per impedire che questa sfida alla democrazia si compia – dice il premier in una dichiarazione ufficiale da Salamanca -, metteremo in marcia tutti i meccanismi che la legge ci concede. E’ un tentativo che disprezza la pluralità spagnola. Ma i cittadini stiano tranquilli: la Catalogna resterà in Spagna e in Europa. Siamo una democrazia avanzata».

La mozione, composta da nove punti, dichiara esplicitamente che non verranno più rispettate le sentenze delle istituzioni spagnole in particolar modo quelle del tribunale costituzionale. Ed è proprio all’alta corte che il governo di Madrid si rivolgerà come prima reazione ufficiale. Tutti i partiti spagnoli, seppur con diversi accenti, criticano duramente il voto del parlamento catalano: «E’ un attentato alla democrazia», dice Susana Diaz la presidente dell’Andalusia e potente dirigente socialista. Rajoy incontrerà domani il leader del Psoe Pedro Sánchez alla Moncloa per cercare un fronte comune davanti alla sfida indipendentista. In prima linea contro la secessione anche Ciudadanos, il nuovo partito guidato dal catalano Albert Rivera molto quotato dai sondaggi. Podemos mantiene una posizione diversa, no all’indipendenza, ma sì a un referendum.

All’esterno del parlamento della ciutadela di Barcellona manifestanti indipendentisti che hanno festeggiato all’annunicio dei risultati del voto e bandiere spagnole che hanno fischiato, nessun incidente, come sempre da queste parti, ma certo tanta tensione.

 

 

 

Fonte: https://www.lastampa.it/2015/11/09/esteri/la-catalogna-vota-s-parte-il-processo-dindipendenza-LWUMgpuBwTmbzPrITLDlmJ/pagina.html