Bruxelles, esplosioni in aeroporto: feriti. Scalo evacuato

ATTENTATO

BRUXELLES – Due esplosioni, una distanza di pochi minuti dall’altra, hanno lasciato a terra 11 morti e almeno 25 feriti all’aeroporto Zaventem di Bruxelles. Le due esplosioni, non si sa ancora se due bombe e opera di kamikaze, sono avvenute davanti ai banchi del check in della American Airlines.La stampa belga segue gli aggiornamenti in diretta e l’inevitabile conta dei morti, un bilancio che probabilmente è destinato a salire.

La polizia ha immediatamente evacuato lo scalo e interrotto i collegamenti ferroviari. Mancano notizie e conferme ma le esplosioni sono chiaramente di natura terroristica e non si può non notare che avvengono a tre giorni dall’arresto di Salah Abdeslam, il 27enne belga di origine marocchina tra gli attentatori di Parigi. Non si era mai mosso da Bruxelles, evidentemente protetto da chi quegli attentati li condivideva e che a questo punto potrebbe essere dietro la carneficina dell’aeroporto Zaventem.

Impossibile raggiungere lo scalo in questo momento, come testimonia anche Matteo Salvini che martedì mattina doveva proprio raggiungere questo scalo per fare ritorno in Italia.

“Sto rientrando in questo momento nei miei uffici a Bruxelles, la polizia mi ha bloccato a poca distanza dall’aeroporto, dove a minuti avrei preso un aereo per l’Italia”. Salvini, raggiunto al telefono dall’Ansa, ha spiegato “stavo andando proprio alla sala partenze dell’aeroporto di Bruxelles per tornare in Italia quando sono stato bloccato e rimandato indietro dalla polizia. Qui intorno c’è un grande caos”.

Le esplosioni sono avvenute nella hall delle partenze, prima dei controlli di polizia. Saltati tutti i vetri della struttura. Le immagini mostrano la sala completamente devastata.

“Ero in coda per la registrazione e ho sentito un’esplosione. Ho visto il fumo, ho visto gente correre in preda al panico verso l’uscita. C’è stata una seconda esplosione molto più vicina a me”, ha detto un testimone a Bel Rtl.

“Tutti hanno lasciato l’aeroporto in preda al panico, la maggior parte delle persone hanno lasciato il loro bagaglio. Le auto sono state evacuate”, ha riferito la fonte citata da Derniere heure.

Numerosi agenti di polizia e ambulanze si sono recati sul posto. Lo scalo è stato chiuso, non ci sono né voli che arrivano né in partenza. Le autorità belghe hanno predisposto il piano catastrofi, atterraggi e partenze saranno dirottati sull’altro scalo cittadino, il Charleroi.

Un testimone riferisce alla stessa emittente di avere visto diversi feriti e persone svenute sul marciapiede dell’ingresso della hall delle partenze, davanti all’hotel Sheraton. Sui media locali si vedono immagini che mostrano una colonna di fumo che proviene dall’aeroporto.

 

 

 

 

Fonte: http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-europa/bruxelles-esplosioni-in-aeroporto-feriti-scalo-evacuato-2419006/

 

11 Risposte

  • Questo è il risultato della politica CRIMINALE di tutti i politici europei, escluso qualcuno, come Orban-Ungheria-.
    Sentire i politici “dispiaciuti” e “scossi” dalla tragedia, mi indigna alquanto!
    Come possono dire “non pensavo !”
    Sono gli artefici pagati dalla internazionale del terrore per devastare quanto possibile le nazioni cristiane, preparando così l’avvento al Potere Unico ed al governo mondiale unico !
    Politici criminali, quando sarete messi sul banco degli accusati di crimine e strage, sarà un giorno meraviglioso per i popoli europei !
    Gli stragisti islamici sono colpevoli per la loro ideologia, ma i politici sono più colpevoli per non aver voluto vedere il pericolo evidentissimo e per non avere fermato CON QUALSIASI MEZZO , pure la morte, questa immigrazione massiccia di giovani maschi islamici. Se non ci fossero degli incapaci ai governi europei, il terrore islamico non riuscirebbe ad espandersi.
    Quanto affermo fu detto pure da convertiti ex musulmani, che avvisano che quanto avviene e permesso da Dio per la mancanza di fede cristiana esistente in Europa…

  • Potrebbe anche essere un auto-attentato finalizzato a mantenere alta la tensione (strategia della tensione) e a diffondere, sempre più, il terrore in Europa per convincere i cittadini ad accettare leggi sempre più restrittive e liberticide (con la scusa pronta della lotta al terrorismo islamico e per la maggiore sicurezza interna).

  • Auto-attentato ? ormai tutto potrebbe essere, ma la realtà è dimostrata dalle migliaia di giovani maschi nordafricani che entrano in massa in Europa. E’ possibile pensare che siano tutti buoni e tranquilli ? A Colina è stata una finta i palpeggiamenti di donne tedesche ? Le rapine e le violenze sulle donne in Germania sono diversivi dei governi ? NO ! sono realtà che hanno origine dalla cecità voluta di governanti Kriminali perchè assoggettati al volere del piano Kalergy, attuato e voluto da Usraele !
    Vedremo adesso se riuscirà a vincere Trump che si è decisamente schierato per un equilibrio in Medio Oriente,senza che gli Usa siano schiavi di Israele…Vedremo se gli lasceranno vincere le elezioni, o, almeno, se non riusciranno a boicottare i voti che prenderà !

  • Penso che lo scopo principale di questi attentati sia quello di giustificare agli occhi dell’opinione pubblica la creazione di una sorta di “grande fratello” che tenga indistintamente tutte le persone sotto stretto controllo, e tutto ciò con la scusante di una maggiore sicurezza e protezione dagli attentati terroristici. In poche parole, dietro questi attentati potrebbero esserci le stesse menti che progettano l’instaurazione del nuovo ordine mondiale massonico.

  • L’entrata in massa di persone provenienti dall’Africa e dall’Asia e in prevalenza di religione islamica in Europa non è casuale, ma è un piano diabolico della massoneria (studiato a tavolino) per tentare di distruggere quel che rimane della Cristianità e minare le identità nazionali dei popoli europei. Come hai ben scritto tu, è l’attuazione del piano Kalergi.

  • L’attuazione del piano Kalergy va di pari passo con l’attuazione della riduzione delle libertà “in nome del terrorismo”.
    Rendiamoci conto che la cecità di fronte a questi attacchi sistematici, che diverranno sempre più frequenti, è da una parte voluta, dall’altra da ignoranza crassa di politici servi comunque di altri poteri che impediscono di pensare con un minimo di buon senso ! Blondet, come qualcun altro, insiste nel dire che sembrano attentati preparati dai governi. Sì, sono preparati ma da governi extra-europei sapendo che i governi europei non si ribellano perchè ossequiosi al Grande Fratello trans-atlantico. La mentalità islamica obbedisce alla logica di avere schifo per l’Occidente grasso ed ateo ed i terroristi si comportano di conseguenza senza rendersi conto di essere, pure loro, dei burattini manovrati.

  • A me è parsa troppo facile la cattura del capo terrorista Salah Abdeslam. E troppo imprudente 1) assicurargli subito la presenza di un avvocato; 2) far trapelare all’esterno le sue prime ammissioni che sembrano e sono, allo stato dei fatti, come messaggi in codice. Averlo catturato ha determinato una riduzione della tensione e della vigilanza. Ho fatto pervenire ad AVVENIRE una mia domanda: perché Bergoglio, quando denuncia la violenza mafiosa fa il nome, appunto, della mafia così come per la camorra, mentre per quella islamica si limita, come oggi, a chiamarla “cieca violenza”? Aspetto risposta.

  • x Luciano Pranzetti: ah,ah,ah ! chissà cosa risponderà Avvenire (del sol nascente) ! O forse si farà vivo Bergoglio stesso per farsi capire meglio….

  • Caro Mardunolbo, non si fa vivo nessuno, né il Sol dell’Avvenire né l’Osservatore Romano, né Bagnasco, questo è pacifico, ma sapessi quanto rode al direttore – e ne ho la prova – quando gli arrivano stilettate che, nel caso di cui sopra, erano più articolate e pungenti. La non risposta significa che la domanda ha fatto male.

  • Sempre più nell’angolo le sinistre di tutte le tinte! Hanno ormai l’acqua alla gola…le minacce fatte a Trump ne sono la prova tangibile. I talk show, imbastiti alla bisogna, ne sono un altro segno. La loro salvezza sarà di nascondersi sotto le sottane dei preti….opera difficile perchè questo abbigliamento non viene usato da tempo…A tempo debito, questi tradimenti andranno puniti, magari con uno spettacolare processo che ne metta in luce le responsabilità. Iniziare sin da ora a stilare i nomi ed i cognomi…poi si vedrà.

  • In una trasmissione tv, alle rimostranze del leghista, che , giustamente, lamentava che non deve restringersi la nostra libertà conquistata in secoli, la piddina rispondeva tranquilla che è necessario ridurre la nostra libertà per sostenere la nostra società europea…
    Capito il discorso ? arrivano gli islamici suicidi, non li fermiamo per via del multiculturalismo, però proprio per via del multiculturalismo europea, diminuiamo la libertà ! Fantastico ! ragionamenti contorti di menti bacate di traditori inveterati !
    A processo per tradimento dei valori europei e cristiani!!

    X Raimondo. Per quanto riguarda Trump è inciampato proprio in Israele ; se prima disse che gli Usa dovranno essere equidistanti tra Israele e la Palestina, proprio due giorni fa ha detto che sposterebbe la sede ambasciata a Gerusalemme da sempre la capitale dello stato di Israele.Anche lui davanti alla lobby ebraica ha chinato la testa ! Salvarsi dagli Usa ! Non verrà mai alcun aiuto da quella nazione corrotta e serva della finanza sionista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *