Nuovo Sputnik

Sergej Poletuchij

Segnalazione di Raimondo Gatto

Giovedì il capo dell’addestramento tattico-operativo dell’aeronautica militare russa, Generale maggiore Oleg Makovezkij, ha dichiarato ai giornalisti che l’operazione russa in Siria ha dimostrato che sono capaci di organizzare gruppi di combattimento in qualsiasi punto del pianeta.

“I sei mesi trascorsi in Siria hanno dimostrato in modo lampante che l’aviazione militare russa è in grado di organizzare in tempi brevi gruppi di combattimento in qualsiasi parte del mondo, di colpire in modo affidabile qualsiasi nemico, di condurre operazioni militari durature con la massima intensità, e di ritornare alle basi patrie velocemente, con calma e sicurezza”, ha affermato Makovezkij.

Il Generale ha espresso la sua gratitudine a tutto il personale dell’aeronautica che ha svolto con professionalità i compiti militari in Siria.

Il vice comandante delle truppe del Distretto militare centrale, Generale maggiore Sergej Poletuchij, ha evidenziato che i piloti russi “hanno dato la speranza al popolo siriano nel lavoro di pace, nel ritorno al focolare della patria”.

All’arrivo in Russia i piloti sono state decorati con le medaglie per la partecipazione all’operazione militare in Siria. Ad attendere i piloti c’erano parenti e amici.

Fonte: http://it.sputniknews.com/mondo/20160317/2291911/operazione-siria-russia.html#ixzz43ADFLom1

 

Una Risposta

  • Infatti ! l’orgoglio stupido di Europa ed Usraele riteneva la Russia ancora in fase di recupero dalla batosta datale alla fine del comunismo.
    Tanto per chiarire, la batosta non fu la caduta del comunismo, ma quel che fecero i paesi occidentali buttandosi come avvoltoi per spartirsi le nazioni ex sovietiche. Purtroppo per tutti gli avvoltoi, arrivò Putin e sistemò parecchie cose.
    Tra queste, le Forze Armate Russe restituendo senso di dignità ed onore + recupero dell’industri militare.
    Ora si vedono gli effetti che, tutto sommato, fanno del bene anche a noi che vogliamo vivere in un mondo libero da finanzieri internazionali che legiferano nelle nazioni europee!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *