Nonostante la vittoria della sinistra, l’Austria blinda il Brennero

Risultati immagini per blocco al BrenneroSegnalazione di Raimondo Gatto

Agenti di polizia dislocati al casello di Schönberg e lungo la statale da Gries am Brenner a Innsbruck. Domani il contingente verrà raddoppiato. Ma Vienna assicura: “I controlli rientrano negli accordi di Schengen”

Il primo contingente di rinforzo della polizia austriaca, una quarantina di agenti in tutto, è infatti arrivato in mattinata al passo del Brennero. L’ordine è di intensificare i controlli sugli ingressi irregolari in territorio austriaco e
fermare così l’arrivo di altri clandestini. “In tutto invieremo ottanta poliziotti – ha messo in chiaro il ministro degli Interni Wolfgang Sobotka – vigileranno quello che è uno dei più sensibili confini all’interno dell’Unione
Europea”.

Le autorità austriache hanno dislocato agenti di polizia vicino al casello di Schönberg, dove gli automobilisti che viaggiano sull’autostrada devono pagare il pedaggio, a una trentina di chilometri dal confine prima di passare il ponte Europa. Altri agenti sono dislocati sulla strada statale da Gries am Brenner (prima località dopo il confine italo-austriaco) a Innsbruck per controllare i veicoli in transito. “I controlli rientrano negli accordi di Schengen”, fanno presente fonti della direzione della polizia del Tirolo. Per il momento non si segnalano veri e propri posti di blocco. “I controlli vengono anche effettuati sui treni internazionali e regionali – ha spiegato la Direzione della polizia tirolese – per contenere il numero di persone che entrano in modo irregolare nel territorio austriaco”.

Nel corso della giornata o al più tardi domani mattina il numero degli agenti di rinforzo dovrebbe raggiungere le annunciate ottanta unità. Con l’arrivo del primo contingente di rinforzo sono stati anche accelerati i lavori per la costruzione dei gabbiotti di controllo sull’autostrada al valico di frontiera. Nell’area di servizio autostradale Rosenberger, a 200 metri dalla frontiera italiana, stanno intanto procedendo i lavori per l’allestimento del “management di confine”. Gli operai stanno posando travi in ferro sulle quali dovrebbe poggiare la copertura della
struttura.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *