DSC04659

Centro studi Giuseppe Federici – Per una nuova insorgenza – Comunicato n. 58/16 del 29 giugno 2016, Santi Pietro e Paolo

Rassegna stampa del 29/6/2016 (i titoli sono redazionali)

Requiescat in pace

“Bud Spencer: ora più che mai ho bisogno della fede”. L’attore, 86enne, parla di religione e fa un bilancio della sua vita: «Ho commesso tanti errori, ora sono nelle mani del Signore».

http://it.aleteia.org/…/bud-spencer-ora-piu-che-mai-ho-bis…/

Lutero in affitto

(27/6(2016) “Gioia e fraternità sono i sentimenti con cui accogliamo le parole del Papa (Bergoglio, ndr), che confermano il valore del dialogo ecumenico tra la Chiesa Luterana e la Chiesa Cattolica Romana. Ci auguriamo che questo dialogo cresca sempre di più a livello mondiale e qui in Italia”, ha dichiarato Heiner Bludau, decano della Comunità Luterana Italiana. Il riferimento del decano è a quanto detto da Francesco durante la conferenza stampa durante il viaggio di ritorno dall’Armenia. Al giornalista che gli domandava se, alla vigilia del 500° anniversario della Riforma Protestante, non fosse ormai tempo di ritirare la scomunica a Lutero, il Pontefice aveva risposto: “Credo che le intenzioni di Lutero non fossero sbagliate, era un riformatore, forse alcuni metodi non erano giusti, ma in quel tempo […] la Chiesa non era proprio un modello da imitare: c’era corruzione, mondanità, attaccamento ai soldi e al potere”. (…) In conclusione il Decano ha auspicato che “questa relazione venga ulteriormente approfondita nel 2017 in vista del Giubileo della Riforma, da vivere insieme come una vera e propria festa di Cristo, nella convinzione che gli elementi in comune tra le nostre Chiese siano decisamente più importanti delle differenze pur esistenti”.

https://it.zenit.org/articles/luterani-italiani-accogliamo-parole-del-papa-con-gioia-e-fraternita/

L’economia italiana perde gli investitori stranieri

(26/6/2016) – Turisti che prendono il sole o fanno il bagno, bimbi che giocano mentre due catamarani prendono il largo, e una motonave attracca alla passerella per far scendere gli ospiti dopo una gita. Scenario quasi idilliaco sulla spiaggia di Rimini Sud. La novità vera è che – per la prima volta da moltissimi anni – non c’è l’ombra di un venditore abusivo stanziale, nè di bancarelle, in passato in doppia e tripla fila. Vero che «parecchi girano tra gli ombrelloni», ma l’iper a cielo aperto, gestito quasi esclusivamente dai senegalesi, è sparito. «Non credo che ritornerà – spiega Papa Modou Seck, presidente dell’Anolf, associazione nazionale oltre le frontiere, e dirigente dell’associazione senegalese di Rimini –. Infatti molti miei connazionali (1.300 nel Riminese, ndr) per la crisi sono tornati in Senegal. Preferiscono restare in patria. E quelli che venivano a fare la stagione come abusivi, dal Senegal o dal Nord Italia quando le fabbriche chiudevano in agosto, perso il lavoro e viste le multe e i sequestri continui di merce, ci hanno rinunciato. … Qualcuno a luglio e agosto verrà, ma non come negli anni passati. Ultimamente guadagnavano così poco che non si pagavano neanche il biglietto per il Senegal».

http://www.ilrestodelcarlino.it/rimini/vu-cumpra-abusivi-1.2290060

Cosa chiedono i divorziati alla Chiesa

(25/6/2016) Ricordate Richard Harris, il famoso “Un uomo chiamato cavallo”? Era cattolico e, come molti attori di grido, non particolarmente osservante. Ma ebbe a dire: “Ho divorziato due volte, ma preferirei morire da cattivo cattolico piuttosto che far cambiare la Chiesa perché si adatti a me”.

http://www.rinocammilleri.com/2016/06/harris/

T’amo pio bove 

(17/6/2016) Fai sesso col tuo cane, il tuo gatto, o peggio ancora il tuo pappagallo? Non è reato, se non c’è stata penetrazione. Almeno in Canada. La Corte suprema del paese nordamericano ha infatti assolto un uomo accusato di abusi sessuali sul proprio animale domestico. E ciò che ha scioccato l’opinione pubblica canadese è stata proprio la motivazione della sentenza. Secondo quanto riporta The Independent, gli avvocati di DLW hanno difeso il loro assistito sostenendo che il reato di bestialità, legato alla sodomia con gli animali, seppur introdotto nel codice penale del Paese dal 1892, non è mai stato definito chiaramente in maniera da comprendere qualsiasi tipo di atto sessuale tra uomini e animali. In base a questa linea difensiva, dunque, non rientrerebbero in tale reato le terribili e ripugnanti accuse mosse nei confronti del loro imputato. Dagli atti giudiziari, infatti, si evince che DLW tentò successivamente di far avere al cane di famiglia un rapporto con le proprie figliastre, non riuscendo fortunatamente nel suo malvagio e malato intento.

http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-mondo/rapporti-con-animale-domestico-in-canada-puoi-purche-2488133/

La terra della libertà…

(16/6/2016) Presto nella sede della scuola superiore di San Marino ci sarà un distributore automatico di profilattici. La richiesta ai Capitani Reggenti era arrivata dai cittadini il primo giorno di aprile e ieri l’Istanza d’Arengo è stata discussa e accolta in Consiglio grande e generale. Istanza numero 18, per la precisione, «per l’installazione – recita – su tutto il territorio, e in particolare nelle sedi delle scuole secondarie superiori, di distributori automatici di profilattici». Accolta con 23 voti a favore, 15 contrari e un astenuto.

http://www.ilrestodelcarlino.it/rimini/profilattici-scuola-san-marino-1.2258343

Miss Trans Israele? Scelto tra i goym arabi e cattolici…

(28/5/2016) Tàalin Abu Hanna, una cristiana araba (un cristiano arabo, ndr) di 21 anni di Nazareth, è stata eletta ieri sera a Tel Aviv «Miss Trans 2016» di Israele, nel primo concorso di bellezza del genere. Abu Hanna – ballerina di danza classica e moderna – ha prevalso su altre 11 concorrenti provenienti da tutta Israele in quello che gli organizzatori hanno definito «un mosaico» del paese: insieme a lei, tra gli altri, anche una ebrea di famiglia haredi (pia) e una danzatrice del ventre musulmana. Abu Hanna vincendo il concorso – che si è svolto a pochi giorni dalla tradizionale parata del Gay Pride del prossimo 3 giugno a Tel Aviv – rappresenterà Israele nella competizione Miss Trans International in programma a Barcellona a settembre.

http://www.ilmessaggero.it/primopiano/esteri/israele_miss_trans_2016-1761900.html

Nipotini della Pasionaria?

(5/5/2016) Eliminare tutte le croci e le immagini sacre dai cimiteri municipali, proibire ai consiglieri comunali di manifestare la propria fede pubblicamente, addirittura cambiare i nomi delle vie che presentano riferimenti al cristianesimo. Più che una mozione per il rispetto della laicità, è l’indizione di una crociata anti-cristiana quella appena approvata dal comune di Lalín, in Galizia (Spagna). La mozione è passata grazie ai voti del partito socialista, del blocco nazionalista della Galizia e della Plataforma Aberta Cidadá, un gruppo nazionalista che riunisce diverse anime, tra cui Podemos. In base al testo, saranno proibiti anche tutti gli atti ufficiali contenenti simbologie religiose, qualsiasi atto religioso all’interno del consiglio comunale e la partecipazione di rappresentanti ecclesiastici ad atti pubblici in qualità di autorità e viceversa. Verranno anche cambiati i nomi di tutte le festività (come vacanze di Natale o Pasqua) e quelli delle scuole che contengano riferimenti religiosi. I funzionari, infine, nell’esercizio delle loro funzioni non potranno «compiere alcun gesto di venerazione religiosa». (…)

http://www.tempi.it/via-croci-e-nomi-cristiani-da-strade-e-cimiteri-non-e-lo-stato-islamico-ma-la-spagna#.V3LG6K5mgot

________________________

http://federiciblog.altervista.org