rimba

I fatti di Dacca – di cui Boschetti è l’unico italiano sopravvissuto – li conosciamo tutti, quindi non perderemo troppo tempo a riepilogarli, né tanto meno ci perderemo in dettagli che, mai come stavolta, sarebbero di troppo.

In soldoni, dei terroristi hanno fatto irruzione in un ristorante nella capitale del Bangladesh, frequentato sopratutto da italiani e da giapponesi, e preso in ostaggio e ucciso tutti i non musulmani su cui sono riusciti a mettere le mani.

Faraaz, un bengalese che, conoscendo il Corano, era stato risparmiato, si fa ammazzare per non abbandonare le amiche indiane.

Gian Galeazzo Boschetti, un italiano, allontanatosi per telefonare, intuisce la malaparata e si nasconde all’esterno, dove rimarrà acquattato per ore. La moglie – racconterà – rimane all’interno da dove invocherà il nome del marito.

Contro Boschetti si è scatenato l’odio di milioni di Rambo virtuali, anche titolati, come Massimo Gramellini, scrittore e vicedirettore de La Stampa, il quale ha, in sostanza, dato del vigliacco a Boschetti, per il fatto che non sia entrato nel ristorante per morire con la propria moglie nonostante, è lo stesso Gramellini a riconoscerlo, Boschetti non avrebbe potuto far nulla per salvarla.

 

 

 

Fonte: http://www.opinione-pubblica.com/dacca-boschetti-lunico-italiano-sopravvissuto-e-i-rambo-da-salotto/