hidalgo

Segnalazione di Federico Prati

 

https://www.youtube.com/watch?v=9LqSLq_rr5k

 

L’incontro sul Terzo Tempio è stato cercato e voluto dall’architetto Sonia Hidalgo Zurita Helena per portare a me i piani per la costruzione del Terzo Tempio. È grazie alla sua grande fede in Dio Onnipotente ed al suo lungo e faticoso lavoro eseguito in umiltà che oggi tutti possiamo ammirare e godere della visione del Terzo Tempio, il Tempio della Pace Eterna.

 

Pace e Benedizione siano con te, Sonia.

 

HYACH MESHCRY EL ZERACHH

 

Relazione del Morè Carmine Davide Delle Donne

 

Desiderio preliminarmente ringraziare la Comunità Ebraica di Roma per l’

accoglienza concessaci e le gentili signore e i distinti signori intervenuti.

I nostri studi, che conduco da oramai più di trent’anni, si sono dall’inizio occupati del Terzo Tempio in Gerusalemme, la sua ricostruzione ed il contesto in cui questo deve avvenire.

Questo tipo di studi rivengono da una antichissima tradizione risalente agli ebrei Dardain, dello Yemen, cui apparteneva il Morè Haim Wenna.

Il nostro percorso di studi è differente da quelli comuni poiché si basa su conoscenze della Torà, del mondo e della natura che non sono né possono essere scritte sui libri, pur essendo compiutamente e perfettamente inscritte nell’alveo della Legge di Mosè nostro Maestro.

Questo incontro, fortemente voluto dall’architetto Sonia Helena e ben volentieri accettato e incoraggiato da noi, si situa nel nostro percorso in un momento in cui, terminata la pubblicazione del testo “IL TERZO TEMPIO” riveniente dagli studi fin qui condotti e basati sulle profezie del profeta Ezechiele al riguardo, ci accingiamo a intensificare i rapporti con alcune organizzazioni, tipo il Temple Institute di Gerusalemme di cui facciamo parte, per poter portare la consapevolezza della necessità del Terzo Tempio nel mondo, per Israele e per le Nazioni.

In questo, la signora Sonia ci ha posto dinnanzi l’intera struttura del Terzo Tempio.

A cosa serve il Terzo Tempio? Non è una domanda banale. E non si può ricevere una risposta banale. Il Terzo Tempio è ciò che Israele attende da oramai duemila anni. Questa attesa è dovuta alla centralità che il Tempio ha nella vita religiosa e nelle pratiche cultuali prescritte nella Torà. Come sarebbe infatti possibile il prescritto pellegrinaggio di Pesach a Gerusalemme, se non vi è un Tempio dove recarsi? Questa impossibilità di compiere un obbligo, come molte altre prescrizioni con lo stesso vulnus, hanno creato un vuoto tragico nella quotidianità della pratica religiosa per tutto il popolo ebraico. Ma questo non possiamo certo considerare sia il frutto di una guerra persa con un esercito o con un conquistatore, per quanto potente.

Il luogo dove Iddio Benedetto ha permesso si potesse ricordare il Suo Nome, non può certo essere stato distrutto da uomini. Il Disegno Divino si compie per vie che non sono immediatamente comprensibili, e quando dico immediatamente mi riferisco a periodi di secoli, millenni anche.

Ma si compie.

Il Terzo Tempio è, mi auguro, chiaro a tutti che deve essere il Tempio della Pace Eterna per tutta l’Umanità, altrimenti non può essere. Quando affermo che deve essere per tutta l’umanità non ci sono scorciatoie: realmente voglio dire per tutta l’umanità, ebrei, cristiani, islamici, e tutti le genti del mondo.

Solo così sarà possibile che la Shekhinah e la Benedizione del nostro Dio, il Dio di Abramo, padre di una moltitudine di nazioni, di Isacco, santificato nel mistero del sacrificio e di Giacobbe, da Iddio chiamato Israele, possa tornare ad abitare in mezzo agli uomini permanentemente.

Tutta l’umanità si troverà ad essere in pace e il Tempio sarà il suggello di Dio per la raggiunta pace finale fra tutte le genti: la meta del Disegno Divino che viene rivelato.

 

Carmine Davide Delle Donne

 

Licenza YouTube standard