“Il re è nervoso”: Oltretevere si agitano contro i veri Cattolici, che continuano la militanza e urlano la Verità!

received_10210663286435489“IL SITO CHIESAEPOSTCONCILIO AZZECCA MOLTO BENE L’ANALISI SULL’ARTICOLO DE LA STAMPA CONTRO L’OPPOSIZIONE A BERGOGLIO. MA VA SOTTOLINEATO, ANCORA UNA VOLTA E ANCOR DI PIU’, LO STORICO SDOGANAMENTO IN UNA TESTATA NAZIONALE DEL SEDEVACANTISMO, CHE ASSUME UN “RUOLO-GUIDA” DI FRONTE ALLO SCRICCHIOLARE DELLA NOMENKLATURA MODERNISTA CHE OCCUPA I SACRI PALAZZI…”(Il Circolo Christus Rex)

«Il nemico ti ascolta»

Il re è nervoso

Evviva! Finalmente il muro di silenzio comincia a cedere. Per la prima volta, le voci del dissenso cattolico sono state prese in considerazione come un insieme, implicitamente riconosciute quali espressione di un vasto movimento di pensiero che, per quanto articolato e diversificato, contesta gli attuali orientamenti prevalenti della gerarchia. La tattica finora adottata dal sistema – quella di ignorare sistematicamente ogni voce fuori dal coro – si sta infatti rivelando inefficace, se non addirittura controproducente: i portavoce della protesta continuano a moltiplicarsi, a mettersi in contatto e ad organizzarsi. Evidentemente il dittatore comincia a innervosirsi e i suoi consiglieri han dato incarico ai pappagalli di regime di passare al contrattacco: neutralizzate gli avversari bollandoli nientemeno che di ultratradizionalisti! (in foto, articolo de L’Arena di Verona, in cui il Sistema fibrilla perché il Circolo “Christus Rex – Traditio” ha la sua nuova sede in Via Albere 43, di proprietà del Comune, ma in quanto Socio del Gruppo Sportivi Veterani Veronesi, che ce l’ha in locazione. Ovviamo siamo definiti “ultra-tradizionalisti”, che per qualcuno dovremmo essere cacciati… n.d.r.) 

Ovviamente non sanno un accidente delle esperienze dalle quali proveniamo né delle conversioni che molti di noi hanno vissuto; non ammetteranno mai che ad accusarli siano proprio alcune di quelle pecorelle perdute che il Buon Pastore ha preso sulle spalle per misericordia (quella vera che trasforma i peccatori anziché camuffarli), tanto meno potranno mai capire che abbiamo riscoperto la Tradizione proprio perché traditi e disgustati dalla loro Chiesa “rinnovata”… Molti di noi sono un’incarnazione di ciò che di buono essi dicono e al contempo una smentita vivente della diabolica distorsione del vero da loro operata.

Altro indice di allarmato nervosismo: il patetico tentativo di sminuire numericamente l’entità del dissenso. Basta dare un’occhiata al contatore di questo sito: sei milioni di visite, di cui quasi due solo in quest’ultimo anno e mezzo! Ma anche gli altri siti affini sono frequentatissimi, prova del fatto che esiste tutto un popolo credente che è stomacato dalla volgare farsa che da tre anni e mezzo si recita nella Chiesa Cattolica. Che certi vaticanisti prezzolati saltino istantaneamente da un carro a un altro ad ogni cambio della guardia, non ci stupisce più di tanto; ma che lo facciano vescovi e cardinali, che sono stati scelti per dare anche la vita per la verità del Vangelo, non può che farci vomitare. Vergogna! I camaleonti hanno più dignità di voi!

Altra patetica mossa volta a screditare gli oppositori, un trucchetto meschino, tipico degli ambienti di sinistra, imparato da ragazzi alle assemblee studentesche (quelle vergognose perdite di tempo che hanno però rovinato mentalmente un’intera generazione): attribuire alla parte avversa intenzioni odiose. Si oppongono all’accoglienza dei poveri rifugiati e all’integrazione dei divorziati risposati, difendono interessi personali o corporativi, si battono per idee intransigenti e anacronistiche… Brutti, cattivi e reazionari! Ecco che cosa si merita chi non mette il cervello all’ammasso e si rifiuta di tracannare le esiziali idiozie del politicamente corretto, con cui i burattinai occulti ci stanno trascinando verso il baratro.

Ringraziamo il Signore e la Madonna che oltretevere, nonostante le apparenze, ci ascoltino e si agitino. In tempo di guerra – per chi se lo ricorda o ne ha udito il racconto – la consegna era: «Taci! Il nemico ti ascolta». Ma è proprio quello che vogliamo: essere ascoltati, una buona volta! Chissà che non prendano finalmente sul serio i loro ritornelli sulla collegialità e sul ruolo dei laici… Il loro indice di credibilità risalirebbe un pochino e apparirebbero un po’ meno ridicoli, con i loro volgari cortigiani della carta stampata. Via, un po’ di pudore, almeno! È talmente imbarazzante… Alla fin fine, visto che ci considerano fascisti, se non si decidono a darci retta organizziamo una bella marcia su Roma – o, meglio, sul Vaticano.
17 ottobre 2016
MARTEDÌ 18 OTTOBRE 2016
http://chiesaepostconcilio.blogspot.it/2016/10/don-elia-il-re-e-nervoso.html

22 Risposte

  • Finalmente! i cattolici veri si muovono, solo che ci vorrebbe più sinergia tra i vari gruppi.
    I conservatori, o tradizionalisti, sono oggi gli unici veri rivoluzionari rimasti, immagino facciano paura alle squacchere allineate, ma quando cadranno le prime bombe saranno i primi a gridare “Oh Dio”, un pò come fece Roncalli che un solo attimo prima di morire
    disse: “Dio cosa ho fatto!”. Alcuni ‘cattolici devoti’ ritengono questa frase il suo sdoganamento per l’aldilà, sarà, in questo caso qualche milione di anni di Purgatorio duro non glielo toglie nessuno, in quanto
    ‘Deus non irridetur’.

  • Su Chiesaepostconcilio si pubblica:
    ……Alla fine,visto che ci considerano fascisti, se non si decidono a darci retta,organizziamo una bella marcia su Roma- o,meglio,sul Vaticano.
    PER FAR COSA? Buttar giù Bergoglio?
    E, POI, -per caso,-FAR RIMANERE
    i famigerati Nostra Aetate, Dignitatis >Humanae, Unitatis Redintegratio, Dei Verbum? Con i can per la loro salvaguardia che sarebbero i dicasteri creati appositamente da montini ?
    E dagli organismi internazionali di collegamento tra la chiesa “cattolica” e l’ebraismo, cosa facciamo? ce ne dissociamo?

  • Personalmente non sopporto le demi-vierges.

    Poi, parliamoci chiaro, questi sedicenti tradizionalisti, chi in buona fede, e chi NO, fanno il gioco del Nemico della Vera Chiesa che ,cosciente di non poter distruggerla si è prefisso di TRASFORMARLA.
    Al proposito di far cadere bergoglio su Amoris Laetitia, all’inizio di Maggio del 2004,la fondazione Lepanto mise in giro e, l’acquistai, un DVD di una conferenza di De Mattei dal titolo:” la Ch:Catt. è alla vigilia di uno scisma? “. Sperai che si trattasse del caso di un crollo del castello creato dal CV2. Macchè! Si prospettava uno scisma in base all’A:L. E, questo, PRIMA del sinodo dedicato.
    Misteri della preveggenza? O sono io maligna?

  • MA LA CHIESA VERA MAI POTREBBE ESSERE SCISMATICA. Si separa chi si allontana anche di un solo punto . Ma non è più Chiesa.

  • @ miri
    Non si capisce a chi si riferisce quando, bontà sua scrive” i sedicenti tradizionalisti- chi in buona fede e chi NO”. Si da il caso che i VERI cattolici, tengono molto al “depositum fidei”, cioè alla “tradizione” millenaria della Chiesa e non condividono affatto lo scempio atroce fatto alla Chiesa di Cristo, che in effetti NESSUNO potrà mai distruggere, mentre la chiesa degli uomini, che doveva fungere da ‘Katékon’ e per molto tempo lo è stata, ad opera di anti-papi e della loro gerarchia è a brandelli e non ‘trasformata’, perché questa ‘trasformazione’ significherebbe che qualcosa è stato solo cambiato, ma non distrutto.
    Che lei non sia dalla parte dei distruttori si capisce, ma allora da quale parte sta?

  • Certamente, trasformazione nelle intenzioni dei distruttori. Si è trattato di una sostituzione.
    Ciò che temo in questa convergenza di accanimento sulla figura di bergoglio è che si voglia da parte di chi è in mala fede, o si accetti da chi è in buona fede, conservare l’impianto della “chiesa conciliare”. Insomma il problema è il concilio : bergoglio ne è il frutto maturo.
    Ma, di nuovo insomma, vogliamo studiare i prodromi del concilio e gli attori?

  • Certo che non c’è sinergia tra i vari cattolici fedeli alla tradizione: manca il centro dell’unità, il garante infallibile, il Vicario di Cristo, e siccome la spiegazione che si dà a tale mancanza è varia, variegata e perciò disunita ed inefficace è anche l’azione dei cattolici.

    La Civiltà Cattolica nel 1879 spiegava il ruolo dell’allora Pontefice Leone XIII con la seguente analogia:

    «Al tempo della quarta crociata, gli eserciti latini circondavano Costantinopoli dalla parte di terra; in quella parte che si specchia nel Bosforo combattevala l’armata veneziana. Grande era il valore di quegli eserciti: ma perchè non coordinato sapientemente da un abile duce, si stremava in vani attacchi; schiere d’eroi irrompevano contro le mura della greca città e s’infrangevano come onde frementi contro immobile rupe. La battaglia cangiò d’aspetto quando Enrico Dandolo, pressochè ottuagenario, Doge e condottiero dell’armata navale, montato in poppa della capitana, arringò i suoi e loro intimò la maniera che subito doveano tutti tenere nell’assaltare la città. Alla voce del valoroso vegliardo, tutte le navi veneziane accostaronsi alle mura e in un baleno, per usare la parola dello storico di Innocenzo III, in un baleno sbarcati i prodi conquistarono venticinque torri e sopra piantatavi la veneta bandiera, entrarono vincitori in Costantinopoli. Tant’è! Se la prudente ed opportuna parola di esperto capitano non incentri in unità di azione le forze tutte dei combattenti, queste disperdonsi, la guerra si prolunga, la baldanza dei nemici aumenta, diminuisce la speranza della vittoria, o almeno questa non si può vedere che in lontananza.» (anno XXX, serie X, vol. XI, Firenze 1879 pag. 657.)

    Al di là degli schieramenti molte (ma non proprio tutte) sono le persone di buona volontà la cui azione, mancando il Pastore supremo, è pressoché sterile; e notevole è la perdita di tempo e di forze dovuta alla purtroppo inevitabile lotta intestina. Spero e prego che N.S.G.C. revochi presto questo castigo, che è il peggiore della storia della Chiesa.

  • nei prossimi due tre anni la cricca occultista d’Oltretevere abbandonerà il Vecchio Testamento

  • @Vincenzo, lei scrive con cognizione di causa e rispetto, che è reciproco, ma non condividiamo l’analisi, che è contraddetta dai fatti. Proprio perché manca il centro dell’unità visibile, occorre la militanza attiva, che mantiene viva la fiaccola della Tradizione e la testimonianza della Verità, nonostante il caos modernista. L’azione sterile, perché la radice dottrinale è sbagliata, è di tutti coloro che fanno confusione perché attaccano in materia di Fede o Morale colui che ritengono il legittimo Vicario di Cristo in Terra. I sedevacantisti sono sì di diverse posizioni, ma unitissimi nel non essere in comunione coi modernisti. Questo dà il vero grande fastidio Oltretevere e consente a noi di continuare a far proseliti. Questo piace a Dio, che dispensa Grazie che neppure noi, alle volte, ci aspettiamo. Siamo con lei nel fatto di dover pregare e sperare che Dio revochi presto il castigo della Sede Vacante, certamente il peggiore nella storia della Chiesa. Ma, esperienza vuole che i fatti (e l’articolo de La Stampa) dicano: “aiutati che il Ciel ti aiuta”…

  • @Miri fa un’osservazione molto acuta che condividiamo appieno. Andrebbe fatta presente a coloro che si accaniscono contro Bergoglio da conservatori conciliari o da cerchiobottisti lefebvriani, uniti nell’essere in comunione con il “papa” e per conseguenza col Concilio, che egli rappresenta da Roncalli ad oggi.
    Solo i sedevacantisti hanno piena coscienza della reale portata della crisi e danno una risposta secondo dottrina, conforme al Diritto canonico. Il sedevacantismo oggi va rafforzato.

  • @Jade ha ragione nel suo commento a Miri. Da che parte stare? O coi sedevacantisti, cioè coi cattolici che hanno piena consapevolezza della situazione o coi modernisti nelle loro più varie, svariate e avariate accezioni. Noi la scelta l’abbiamo fatta da tempo: siamo Cattolici apostolici romani integrali ovvero sedevacantisti. Non possiamo essere in comunione con chi bestemmia ogni giorno Gesù Cristo. Non ci spaventa il piccolo gregge. Non ci spaventano gli attacchi. “Se hanno perseguitato Me, perseguiteranno anche voi” – diceva Gesù. Il messaggio di Cristo è il più autenticamente fastidioso al Principe di questo mondo, che solo chi sceglie il Suo stendardo raggiunge la vera pace spirituale.

  • @Miri, pensiamo che la frase (simpatica) di Chiesaepostconcilio sia una provocazione. Ad ogni buon conto, provocazione per provocazione, per fare una bella marcia su Roma (Oltretevere) servirebbero una squadra di Vescovi ancora cattolici, una bella squadra di sacerdoti ancora cattolici, una bella schiera di fedeli ancora cattolici, che deposto Bergoglione e messo Ratzinger in casa di riposo (a sue spese) sistemasse tutto quanto. Un vero e proprio “golpe” religioso. Ma stiamo provocando, stiamo scherzando.

  • …..che, deposto bergoglione e messo Ratzinger in casa di riposo (a sue spese), sistemasse tutto quanto.

    Ecco è quel TUTTO QUANTO che fa problema perché si provocherebbe la reazione dei “partners” della curia .

    Dei quali pare che tanti sedicenti tradizionalisti siano ammiratori o abbiano timore. Affari loro!…..

  • Non vengo qui per criticare né per combattere, cosa che faccio altrove; inoltre ritengo che la sede sia vacante. Penso che tutti i veri cattolici (non modernisti) cerchino di fare del loro meglio; il senso del mio commento era di osservare quanto la futura presenza di un (vero) Papa cattolico potrebbe aggiungere all’azione pratica, soggiungendo che a mio parere vi sono verosimilmente persone di buona volontà (qualcuna persino tra i conservatori conciliari), che sarebbero pronte ad ubbidire al Papa vero, qualora ci fosse; ma quest’ultima è una mia opinione.

    Sono sinceramente felicissimo dei risultati ottenuti dal Circolo Christus Rex, ma con un vero Vicario di N. S. Gesù Cristo alla nostra testa saremmo più numerosi ancora, e faremmo tutti di più e meglio, non credete?

    Per inciso, e senza voler essere pedante né provocatorio, io non parlerei di “proselitismo”, bensì di Apostolato cattolico; il concetto è ben diverso.

    Cordiali saluti

  • Un po’ per tutti, e una buona volta: il Concilio Vaticano II è solo il risultato di una lunga marcia anteriore iniziata con il modernismo, una maschera per nascondere l’entrata della massoneria ebraica ovvero i B’nai B’rith, che si autodefiniscono “figli dell’alleanza”, nel Vaticano, potendo così DETERMINARE la scelta dei papi conciliari” guarda caso da Montini in poi, tutti! ebrei (dell’attuale ‘vescovo di Roma’ si mormora ma non ci sono prove certe, comunque le sue ‘affinità elettive’ vanno in quella direzione). La distruzione della Chiesa cattolica, dei cristiani e delle radici cristiane europee sono da sempre l’ ossessione degli autori e seguaci del Talmud, la loro vera bibbia, e tutto il marasma nel quale viviamo serve a dominare il mondo avendo distrutto la cristianità intera.
    Tempo fa ebbi una conversazione del tutto casuale con un ebreo, (tralascio i dettagli) e d’un tratto gli dissi “ Finché ci sarà anche un solo cristiano sulla terra, voi non avrete vinto” e lui: “ Penso sia così, ma provvederemo”. La cosa diabolica fu che nel Concilio, tra l’altro neppure dogmatico, i fautori eretici della ‘Nuova Teologia’ (alla Rahner, deLubac, Congar, Kung ecc.) capeggiati da Ratzinger, ebbero la meglio per pochissimi voti, sul gruppo capeggiato dal Cardinal Ottaviani.
    Sic transeat gloria mundi.

  • Allo staff : la vs precisazione è esattamente quanto ho inteso dire. S.Cipriano stupisce di come si possa credere che la Sposa incorrotta e pudica “si possa scindere NELLA Chiesa e separare con volontà dissidenti” e San Pio X “..una bestialità…che questo corpo mistico risulti di membra disgiunte e disperse: chi dunque non sta unito con esso, NON è suo membro, NE’ si riattacca con il capo che è Cristo”.. Penso che se lottiamo sui tasti è perché vogliamo l’affermazione chiara e tonda della Verità sull’attuale situazione. Tante posizioni sono errate e quindi si pongono fuori della retta dottrina ma eresia formale ( materiale c’è) non la vedo , a causa del caos di posizioni dove ognuno afferma una propria verità. Che nel clero non sia eresia formale ho grossi dubbi ma nei fedeli penso ci sia la buona fede nel seguire il proprio clero. E’ questo “seguire il proprio clero” che crea dis-unione, come penso di intendere alcuni commenti di cui sopra. Pio X: “unirsi prima e sopra tutto nell’unità della fede”. Pio XI:”..nulla sarà più pericoloso che la dispersione e l’isolamento…di stretto obbligo serrare le fila e darsi strettamente la mano”. Pio X:”Il dissenso..quale deve essere questa Chiesa..Molti..negano che la Chiesa debba essere visibile…nel senso che il corpo dei fedeli debba apparire unico e tutto concorde in una stessa dottrina…magistero e governo; e intendono per Chiesa visibile una confederazione delle varie comunità cristiane, sebbene ..aderiscano a dottrine diverse , anzi opposte. (è chiaro quindi che i neo modernisti al governo attuale nulla hanno a che fare con la Chiesa,nota mia)..Cristo Signore istituì la Sua Chiesa come Società PERFETTA, di natura sua esterna e sensibile:………Pertanto è impossibile che la Chiesa non esista ancora oggi…e non sia la MEDESIMA che nell’Evo Apostolico……..(non si può) dar autorità a una PRETESA religione cristiana che è lontana le mille miglia dalla SOLA Chiesa di Cristo. Dovremmo noi patire che la verità…rivelata da Dio sia tratta a compromessi?…ciò che è in giuoco è….la difesa della verità rivelata…Gesù Cristo …inviò…gli Apostoli, e perché NON POTESSERO sbagliare,li volle prima ammaestrati in ogni verità dallo Spirito Santo…poteva l’oggetto della fede divenire col tempo così oscuro ed incerto da doversi OGGI tollerare opinioni diverse…contrarie fra di loro? Se fosse così, bisognerebbe pur dire che lo Spirito Santo…e la predicazione medesima di Gesù…..han perduto… a solo dirla apparisce una bestemmia. Ora l’Unigenito…pose .. l’obbligo di prestar fede..a -testimoni PREordinati da Dio-“.
    La visibilità e l’indefettibilità come l’inerranza e l’infallibilità sono caratteristiche Irrinunciabili della VERA Chiesa . E sono nell’UNICA fede, magistero,…Pio XII : “.si stringano nell’UNICA Chiesa di Gesù..”.(la VERA Chiesa di Gesù Cristo è UNA, non più dottrine: dottrine diverse , chiese diverse). Pio X : ” si può DISTINGUERE la VERA Chiesa di Cristo…per 4 contrassegni..UNA SANTA CATTOLICA APOSTOLICA…..” ” triplice legame con cui Gesù Cristo…volle… UNICA fede CATTOLICA, UNICA carità verso Dio e verso tutti,…UNICA obbedienza e soggezione alla LEGITTIMA gerarchia…” .

  • Riporto ancora senza commenti: Pio XI.
    ” ..le virtù cristiane mettono a disposizione di tutte le buone volontà per fare i sacrifici che la causa comune esigerà.Questo è tanto più necessario..in quanto i CATTOLICI non ignorano LE FONTI INESAURIBILI sempre NUOVE di cui la Chiesa è fortunata depositaria per la SOLUZIONE di OGNI QUESTIONE sociale MORALE religiosa IN OGNI TEMPO E OGNI LUOGO grazie alle infallibili dottrine di Colui…”. Stupivo un tempo di Medjugorje perché Maria SS diceva di andare nella natura…. forse un segno di autenticità? Nelle chiese si era perso il sacro. Chiesa viva di don Villa mi ha aperto gli occhi. Spero che l’alto prelato che parla dalla rivista sia Gregorio XVIII, tutto è possibile a Dio. Mi si prenda pure in giro.

  • SOVRANITÀ
    C’è da chiedersi, oggi più che mai, se esiste davvero la “sovranità”, intesa come : “sommo, eminente, superiore ad ogni altro”, oppure se è un mito propagato da inganni e per tutt’altri scopi ?
    Sul significato di questa parola l’uomo ha formato tutti gli ordinamenti governativi dal passato più remoto fino ai giorni d’oggi, mentre la vera Storia ci dice che tutti i tipi di governi sono finiti violentemente e disastrosamente o con rivoluzioni o con guerre civili o guerre tra popoli e nazioni.

    Senza dubbio esistono delle superiorità specifiche in diversi campi:
    1) superiorità fisica tra uomini e donne, dimostrata in tutti gli sport, ma non esiste alcun individuo che sia sovrano in tutti gli sport. Ci sono donne che fisicamente superano una buona porzione di uomini in diversi sport, e viceversa. Questo tipo di superiorità dipende molto da fattori come dedizione e allenamento, ma senza un fine o scopo utile alla comunità.
    2) superiorità intellettiva (o mentale) dimostrata da una serie di prove “I. Q.” (quoziente intellettivo) che misurano la capacità mentale tra uomini e donne nel reagire e risolvere quelle prove , ma ciò non dimostra che coloro che posseggano un quoziente intellettivo più alto siano capaci di reagire e risolvere tutte le prove e problemi che la vita ci pone davanti. Questa incapacità proviene dal fatto che TUTTE le scienze sono incomplete. In tutte le scienze abbiamo delle lacune o incognite che dobbiamo ancora scoprire e studiare.
    Inoltre non sappiamo come correlare gli effetti che una scienza possa avere sull’altra, semplicemente perché non esiste una persona sulla Terra la cui mente possa contenere le scoperte sinora fatte su di una sola scienza.
    3) superiorità memorativa (mnemonica) dimostrata da studi comprovanti che la vasta maggioranza della gente ritiene ed usa normalmente tra 900 e 1500 vocaboli, mentre alcuni rari individui possono ritenere fino a 10,000 vocaboli nella mente. Esistono individui che possono recitare a memoria interi poemi come la Divina Commedia o l’Iliade, o suonare un intera sinfonia senza guardare gli spartiti, o parlare e scrivere fluentemente sei o sette lingue differenti … ma nessuna mente può contenere tutti le voci di un vocabolario o tutte le sinfonie, o tutte le lingue, tantomeno tutte le scienze.
    4) superiorità genetica dimostrata dal fatto che alcuni individui sono più resistenti a virus, batteri ed elementi che apportano diverse malattie e-o allergie, ma non esiste individuo immune a tutte le malattie.
    E così via su tutti i concetti di sovranità o superiorità, l’Uomo rimane un essere vivente limitato nella sua conoscenza e nel suo fisico in tutte le sue attività e in tutte le scienze.
    Ogni singolo individuo sente nella propria mente la propria sovranità dettata dal proprio comando di sopravvivenza, perciò è obbligato ad interagire con altri individui formando delle COMUNITÀ per sopravvivere. Senza queste congregazioni sociali (città e nazioni) l’uomo sparirebbe dalla faccia della Terra.
    Super partes é una frase “double think” orwelliana.
    La superiorità o sovranità esiste tra gli animali, ma non tra gli uomini, un fatto registrato ripetutamente nella Storia e non nella memoria umana. La memoria dell’uomo è corta quanto la sua vita, mentre le leggi fisiche della Natura sono fisse per sempre e per tutti i popoli, ed è qui dove cade la teoria del “big bang” e dove subentra la dimostrazione che la creazione è OPERA intelligente.

    L’uomo è condizionato dalla fame, dalla sete, dal gelo, da siccità, da malattie, da alluvioni, dai terremoti, da flagelli … quindi non può essere super partes, né sovrano, ma deve lavorare per fronteggiare e sopravvivere le leggi fisiche della Natura e della dinamica della vita.

    Quindi non esiste l’uomo “super partes” o “superiore” o “sovrano” ad altri uomini. Le STRUTTURE sociali basate sulla GERARCHIA sia imperiale, monarchica-feudale, comunista, capitalista, e oggi democratica, non hanno funzionato e mai funzioneranno perché si basano sull’accentramento del POTERE su individui, mentre invece dovrebbero concentrarsi sui DOVERI degli individui, doveri comandati dalle leggi fisiche della NATURA. Quali altre sarebbero le leggi di Dio ?

    Se l’uomo fosse veramente imparziale o super-partes non esisterebbero agevolazioni e benefici di ogni genere che separano la classe popolare dalla classe VIP, nelle scuole, tribunali, chiese, ospedali, treni, aerei, teatri, abitazioni … eccetera, dove Mammone comanda e non Dio.
    No! questo non è un ragionamento comunista o capitalista , questa è un’ osservazione della struttura sociale odierna che si ripete nella Storia e che finisce ripetutamente in crisi economiche, rivoluzioni violente e guerre distruttive tra classi sociali e tra nazioni.
    Una struttura disegnata intenzionalmente e basata al 100% sulla speculazione lo sfruttamento e l’usura, applicata in tutte le nazioni, dividendo i popoli in categorie di super ricchi, ricchi, sicuri, precari, disoccupati, poveri ed emarginati; dove si continuano ad ignorare le leggi fisiche della Natura ugualmente imposte su tutti i popoli della Terra, varando LEGGI appartenenti alla cosiddetta “catena alimentare animale” imposte con la FORZA (forze dell’ordine) anziché LEGGI intelligenti pertinenti alla mente cognitiva umana

    “Il mondo di oggi corre verso la propria rovina … è tutto un mondo che bisogna rifare dalle fondamenta” disse Papa Pio XII nel discorso Urbi et Orbi del 10 Febbraio 1952, solo sette anni dopo la fine di un secondo conflitto mondiale dove furono distrutte centinaia di città , uccidendo 55 milioni di persone e menomandone 4 volte tante.
    Dal 1945, in poi, si contano annualmente tra 20 e 30 piccole guerre sparse nel mondo, pilotate dai sovrani, senza contare una continua catena di rivolte, manifestazioni popolari, scioperi e scontri violenti tra le cosiddette forze dell’ordine e la gente comune, in tutte le nazioni, con l’illusione di “combattere per la pace e la democrazia”.

    George Orwell nel 1945 pubblicava “La fattoria degli animali” dove osservava che “alcuni animali erano più uguali degli altri”. Poi nel ’49 pubblicò “1984”, dove usò il termine “double think”, il “doppio pensare”.
    Ma cos’è il doppio pensare?
    Secondo Eric Fromm, commentando il libro 1984, è credere in due cose opposte tra loro, cioè credere che sia possibile vivere accettando due paradossi contrapposti l’uno all’altro.
    Ci dice che :
    “La struttura dell’odierna società si basa sulla credenza che l’indole umana possa essere cambiata in tale maniera che l’uomo potrebbe dimenticare i -bisogni- di libertà, di dignità, d’integrità, d’individualità, di benessere; cioè, può l’uomo dimenticare che è umano?
    O che, forse, l’indole umana potrebbe avere un dinamismo che reagirà contro la violazione di questi -bisogni- e tenterà di cambiare questa società animale in una società umana?
    Tommaso Moro definiva questa maniera di “pensare” come il paese ‘nessun luogo’, cioè utopia .”

    Sono tanti, ma tanti i paradossi che accettiamo, e che viviamo giornalmente come se nulla fosse, ma che urtano lo svolgimento della vita quotidiana, mettendo in cortocircuito le menti di molti individui, inclusi i nostri sommi ed eminenti leaders.
    Ecco la fonte principale; oggi siamo condizionati 24 ore al giorno da molti guru dell’economia e della finanza che giornalmente appaiono in Tv proponendo nuove tasse e leggi salva banche, cioè leggi salva banchieri dato che le banche sono tutte private. Ci fosse un solo guru (superiore) che proponesse che il denaro, creato dal nulla, fosse gestito dallo Stato ed emesso in circolazione tramite la costruzione e il mantenimento delle infrastrutture e dei servizi sociali a ZERO TASSE per ambedue i settori, Statale e Privato. Il che sarebbe l’unica maniera per avvalorare un pezzo di carta colorata stampata al solo costo di 3 centesimi per biglietto, o da blip nei computers delle banche. Tutti propongono una tassa unica, chi al 15%, chi al 20%, chi al 25%, senza mai “pensare” che per applicare una percentuale si deve prima stabilire una somma sulla quale applicare la percentuale. Nessuno si accorge che di nuovo si apre la porta ad una BUROCRAZIA (sovrana) che costa miliardi, e non produce niente, ma necessaria per controllare quella somma sulla quale applicare la percentuale di tassa.
    Gli evasori sono i criminali, mentre i proponenti sono i giusti.
    Il tutto protetto da leggi d’immunità, ovviamente per coloro che hanno inventato tale truffa, questo si chiama: “double think”. Non abbiamo bisogno di cambiare la Costituzione.
    Abbiamo bisogno di dettagliarla con doveri e funzioni dei vari Ministeri e abbinarli alle pertinenti industrie, soltanto cosi potremo dividere la totale forza lavorativa italiana in Settore Statale e Settore Privato.
    Sub-appaltare a privati questi doveri e funzioni ministeriali è la causa primaria della corruzione della Politica e della Legge.
    Per concludere, l’uomo non ha SOLUZIONI ma solo SCELTE intelligenti, e questo ‘doppio pensare’ paradossale usato dai nostri sovrani lo si potrebbe anche chiamare -puro razzismo, o pura discriminazione, o puro odio, comunque una truffa accettata da tutti, il che ci rende tutti malati di mente ed eleggibili per un trattamento sanitario obbligatorio.
    Antonio Palma

  • Ottimo commento, mi permetto solo una piccola divagazione: ” Ci fosse un solo guru (superiore) che proponesse che il denaro, creato dal nulla, fosse gestito dallo Stato…” è la tesi di G.Auriti, ed è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso della politica di J.F.Kennedy che voleva addirittura fosse lo Stato a stampare moneta, mettendosi di fatto contro la famigerata banca privata, la Federal Reserve, il che gli è costata la vita.
    La lezione è servita, nessun Presidente dopo di lui ha tentato la stessa via, e vuole che oggi
    tra quei servi ramolliti e corrotti che hanno le leve del potere ci sia un guru (inferioriore) che ci metta la testa? La mia è ovviamente una domanda retorica.

  • @ cattolico2.
    A me gli occhi li aveva aperti don Villa personalmente, sopratutto sulla massoneria, per il resto non fece molta fatica, in quanto
    nutrivo sempre maggior diffidenza verso il
    ‘nuovo corso’ che aveva preso la chiesa, cioè
    il Novus Ordus Seclorum, una deriva totale
    improntata agli Illuminati. E’ stato lui, che Dio lo benedica, che mi ha portato, senza forse volerlo, su una strada che mai in vita mia avrei pensato di percorrere.
    Sull’Alto Prelato? avrei le mie riserve…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *