Socci attacca “Papa” Francesco, Castagna replica: “Sede Vacante dal 1958” e scoppia la bagarre su Twitter

Il quotidiano “Leggo” riprende i tweet di Socci, Castagna e un altro signore che vedono una correlazione tra il terremoto e la riabilitazione di Lutero. Castagna rilancia: “Ma è Sede Vacante dalla morte di Pio XII, col conciliabolo si sono fatti un’altra Chiesa, con a capo un Antipapa”. Socci e l’altro signore prendono le distanze, sempre su Twetter, così da rimarcare le differenze, come si aspetta il nostro Castagna. E rimane la Sede Vacante! Mediaticamente sdoganata più che mai. (N.D.R)

http://m.ilgiornale.it/news/2016/11/01/bergoglio-va-in-svezia-per-far-pace-coi-luterani-e-litiga-con-i-teolog/1325523/

Bergoglio va in Svezia per far pace coi luterani E litiga con i teologi

Da molti in Vaticano il suo gesto è visto come provocazione. Socci: “Un oltraggio a Norcia”

Riconciliazione e polemiche. Papa Francesco arriva in Svezia per il suo diciassettesimo viaggio internazionale.

L’occasione è storica: la commemorazione dei 500 anni (meno uno) della Riforma protestante, nella cattedrale di Lund. Era proprio il 31 ottobre 1517 quando Martin Lutero affisse le 95 tesi nella chiesa di Wittenberg. Ed è la prima volta che protestanti e cattolici ricordano insieme quella data spartiacque nelle relazioni tra le due confessioni cristiane. Bergoglio tende la mano, dice che la «separazione con i luterani è una profonda ferita». «Non possiamo rassegnarci alla divisione e alla distanza che la separazione ha prodotto tra noi – ha detto Francesco -. Ora abbiamo la possibilità di riparare ad un momento cruciale della nostra storia, superando controversie e malintesi che spesso ci hanno impedito di comprenderci gli uni gli altri».

Ma in Italia è un fuoco di polemiche. «Invece di andare a rendere omaggio a Lutero che ha distrutto la cristianità scrive sul proprio profilo Facebook il giornalista Antonio Socci Bergoglio dovrebbe consacrare l’Italia mettendola sotto il patrocinio della Madonna». E ancora: «Papa Francesco va in Svezia dal nemico Lutero, mentre la Basilica di Norcia crolla per le scosse del terremoto che ha devastato il centro Italia. San Benedetto è stato il grande unificatore spirituale e culturale dell’Europa. All’opposto del santo di Norcia conclude Socci sta la figura di Martin Lutero, su cui potremo avere mille pareri diversi, ma è incontestabile che sia stato, storicamente, il grande divisore dell’Europa e della cristianità. Lui stesso si definì l’uomo della discordia». La critica fa il giro del web e comincia a propagarsi sui social network: piuttosto che pregare, il Papa vola in Svezia. Alcuni rilanciano: Bergoglio va a rendere omaggio a chi con la sua riforma ha fatto milioni di morti e che avrebbe volentieri «strappato la lingua» ai Papi. Tra molti teologi e porporati il blitz vedese del papa è vista come una vera provocazione. E così durante il volo che da Roma lo ha portato a Malmö, Bergoglio sembra quasi rispondere alle critiche. «Questo viaggio è importante, perché è un viaggio molto ecclesiale nel campo dell’ecumenismo. Aiutatemi a far capire alla gente l’importanza di questo viaggio», ha chiesto con forza ai giornalisti.

Dopo la commemorazione nella cattedrale di Lund, il Papa e il presidente della Federazione luterana mondiale, il vescovo Mubib Yunan, hanno firmato una dichiarazione congiunta: «Mentre siamo profondamente grati per i doni spirituali e teologici ricevuti attraverso la Riforma, confessiamo e deploriamo davanti a Cristo il fatto che luterani e cattolici hanno ferito l’unità visibile della chiesa», si legge. Stamattina il Pontefice celebra la solenne messa nello Swedbank Stadion a Malmö prima di ripartire, alle 12.30 per rientrare in Vaticano.

 

16 Risposte

  • Bergoglio è un flagello per la Chiesa Cattolica. Un devastatore della vigna del Signore!

  • Se una moneta è falsa, pur portando ancora il nome e venendo spacciata per quella vera, nessuna devastazione maggiore riceve dai suoi coniatori se non la involontaria chiarificazione universale della sua falsità. Per moneta leggasi “chiesa cattolica” conciliare.

  • Ciò che non è non può essere. Ciò che nasce con una devastazione, se non risanato a tempo (da 50 anni e oltre), degenera e muore inevitabilmente.
    Gli uguali si attraggono sempre. Il vero cerca il vero e il falso cerca il falso. Con quest’ultimo può sembrare più conveniente stringere alleanze terrene, anche pregne di intensi o vaghi spiritualismi, ma a quale costo?

  • che differenza c’è tra il perito stitico argentino e la fillossera ? … tutti e due, come dice bene Andrea … distruggono la Vigna del Signore

  • Meno male che c’è l’anticrittogamico della FSSPX !!!

    Oggi, 2/11, il superiore generale della Fraternità in Francia ,dopo aver deplorato i fatti di Lund in Svezia, ha sollecitato i fedeli così :

    ” Nous invitons les fidèles du district de France à prier et à faire penitence pour le SOUVERAIN PONTIFE afin que Notre Seigneur, dont il est le vicaire, LE PRESERVE DE L’ERREUR ET LE GARDE DANS LA VERITE’ !”DONT IL EST LE GARDIEN “.

    Il carattere maiuscolo l’ho aggiunto io in quanto mi sembrava doveroso per illustrare il soggetto

  • gli anticrittogamici sono dei viscidi badogliani traditori che per un piattino da caffè di lenticchie hanno fatto l’accordo con lo stitico argentino …

  • …le preserve de l’erreur!!! ahahah questa perla ci voleva! Il n’a pas fait des erreurs finora……!!!!!

  • Ottimi commenti, caro Pierino, degni dei famosi films del suo omonimo e di sua nonna, la cara “sora Lella” dei film con Carlo Verdone (“ha, annamo bene!” soleva dire la sora Lella, al secolo Elena Fabrizi, sorella del grande Aldo). Mi vien solo da aggiungere “Dio li f e poi li accoppia”, come si dice dalle mie parti (ovviamente mi riferisco a Lutero ed a Bergoglio):

  • vorrei concludere ricordando la cosidetta “legge di Gresham” (teorizzata dal mercante e banchiere inglese Thomas Gresham nel XVI secolo), secondo cui “la moneta cattiva scaccia quella buona”. La moneta cattiva, ovviamente, è il magistero dei papi da Roncalli in poi e il funesto Concilio Vaticano II. La cacciata della “moneta buona” (cioè del magistero pontificio preconciliare, della retta dottrina, del catechismo e degli insegnamenti dei santi e dei martiri della chiesa bimillenaria) è stata rapida e pressoché totale (rimane solo un “piccolo resto” nell’ortodossia) grazie alla mitizzazione che è stata fatta del CV II e dei papi post Pacelli (addirittura canonizzati) ed alla “terra bruciata” che gli hanno fatto attorno, con una dittatura degna del peggior regime sovietico, dittatura che con l’attuale VdR (Vescovo di Roma, o uomo biancovestito di Santa Marta) ha raggiunto il suo apice.

  • @Catholicus, mi sorprende il “caro Pierino” che scrive commenti “degni dei famosi films del suo omonimo”. Non ho mai sopportato la filmografia in genere se non quando si occupa di temi storici o scientifici. Vedo che lei, invece, ne è documentato tanto da potersi permettere di inquadrare i commenti altrui nei suoi films. Che dirle? buon pro le facciano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *