La vera Europa

Condividi su:

Risultati immagini per sacro romano impero massima espansioneA lato: Il Sacro Romano Impero

di Riccardo Tennenini

Ci dicono: non vi sono nazioni, non vi sono popoli, non vi sono confini, non vi sono sessi, non vi sono religioni, Esiste soltanto un unico, sistema: vasto, immane, interdipendente, intrecciato, multivariato, multinazionale, dominio dell’euro: è il sistema internazionale valutario, che determina la vita nell’Unione Europea. Non esiste la democrazia! Esistono solo BCE, FED e altre banche, che rappresentano le nazioni del mondo, oggi. Non viviamo più in un’Europa con una tradizione plurisecolare di filosofi e artisti, l’Unione Euopea è un insieme di corporazioni, inesorabilmente regolate dalle immutabili spieiate leggi del business. L’Europa è diventata un business per questa ristretta sinarchia di capitalisti internazionali. I nostri figli vivranno, nell’Europa, in cui non ci saranno né guerra né fame né oppressione né brutalità ma solo una vasta ed ecumenica società finanziaria per la quale la massa lavorerà per creare un profitto comune, nella quale tutti avranno una partecipazione azionaria. A questo punto dico poveri noi perché siamo più di 700 milioni di europei, che guardano la tv, perché quasi nessuno legge più libri, l’unica “verità” che ci viene data dalla tv, attualmente! C’è un’intera generazione che non ha mai saputo niente che non fosse trasmesso alla tv e dai mass media. La tv è la nuova fede, la suprema rivelazione. La tv può creare e può distruggere presidenti, papi, ministri. La tv è la più spaventosa maledettissima forza di questa Europa senza Dio. E poveri noi, ora che è caduta in mani sbagliate. Questa Società dei consumi è ora nella mani delle multinazionali; e quando una fra le più grandi corporazioni del mondo controlla la più efficiente macchina per una propaganda fasulla e vuota, in questa Europa senza Dio, io non so quali altre cazzate verranno spacciate per verità. Quindi la televisione non è la verità! La televisione è un maledetto circo mediatico che propaganda ignoranza, edonismo, individualismo, vaquità e contenuti effimeri e idioti sensa senso! Annientare la nostra mente è il loro solo mestiere. Quindi, se volete la verità, andate cercatela dentro voi stessi, perché quello è l’unico posto dove troverete mai la verità vera! Sapete, da loro non potrete ottenere mai la verità. Vi diranno tutto quello che volete sentire, mentendo senza vergogna: vi diranno che non c’è nessuna guerra, nessuna crisi economica, nessuna grande sostituzione che siamo tutti felici, e che il supereroe della nostra serie preferita alla fine vince sempre… Vi diranno qualsiasi falsità vogliate sentire. Commerciano illusioni: niente di tutto questo è vero. Fabbricano illusioni così che i popoli europei comincino a credere che la tv è la realtà, e che le loro vite sono irreali. Fanno tutto quello che la tv gli dice di fare: si vestono come le “star” che vedono in tv, mangiano quello che è di moda sentito in tv, crescono ed euducano bambini con modelli visti in tv, persino pensano come in tv! Questa è isteria di massa! Sono tutti matti! E’ il popolo la realtà: loro sono le illusioni. Quindi spegnete i televisori e lasciateli spenti. Non serve dirvi che le cose vanno male, tutti quanti sanno che vanno male. Abbiamo una crisi. Molti non hanno un lavoro, e chi ce l’ha vive con la paura di perderlo. Il potere dell’euro è in discesa. Le banche stanno fallendo, i negozianti hanno le armi nascoste sotto il banco, gli allogeni scorrazzano per le strade e non c’è nessuno che sappia cosa fare e non se ne vede la fine. Sappiamo che l’aria ormai è irrespirabile e che il nostro cibo è immangiabile. Stiamo seduti a guardare la TV mentre il nostro telecronista locale ci dice che oggi ci sono stati attentati terroristici, omicidi e reati di violenza come se tutto questo fosse normale, tutto ciò non è normale è pura follia, è come se tutto dovunque fosse impazzito così che noi non usciamo più. Ce ne stiamo in casa e lentamente il mondo in cui viviamo va in rovina e diciamo soltanto: “Almeno lasciateci vedere la partita nei nostri salotti per piacere! Lasciatemi il mio iphone, la mia TV, i miei vizi e io non dirò niente. Non voglio che protestiate, non voglio che vi ribelliate, non voglio che scriviate al governo, perché non saprei cosa dirvi di scrivere: io non so cosa fare per combattere la crisi economica, l’inflazione, il terrorismo e la violenza per le strade. Io so soltanto che prima dovete tornare ad essere europei!. Dovete dire: “Sono europeo! La mia Civiltà ha un valore!”Allora penseremo a cosa fare per combattere la crisi economica, il terrorismo e la corruzione.

Ma come possiamo dirci europei e parlare di Europa se ci fidiamo ciecamente di quello che vediamo in tv covando così pensieri anti-europa e anti-europei

L’Europa non è la bandiera blu con le 12 stelle dell’organizzazione di Bruxelles, e ancor meno una valuta o una banca centrale. L’Europa è rossa,bianco e nera simboli dell’uomo europeo formato da un corpo, una anima e uno spirito!.

Europa non è spazio globalizzato e senza frontiere. L’Europa non è Africa, e non è neanche Medio-Oriente. L’Europa è né il brutto, né il “non-arte” L’Europa è il continente degli Europei.

L’Europa, sono secoli di Storia… e 700 milioni di Europei!
L’Europa è un’identità sacra: la Civiltà greco-romana e cristiana.
Europa sono i templi greci, gli acquedotti ed anfiteatri romani, le cappelle romaniche, le cattedrali gotiche, i palazzi rinascimentali, le grandi piazze, i beghinaggi, le chiese barocche, i castelli classici, i palazzi stile liberty.

Europa, sono coste selvagge, maestose montagne, fiumi tranquilli.
L’Europa è il sentimento della natura, L’Europa, sono paesaggi curati dall’uomo, dai boschetti ai polder, dalle praterie alle colture terrazzate.
L’Europa è la terra del melo e dell’olivo, della vite e del luppolo.
Europa non è mondo di cibi industriali, bensì gastronomia – dell’olio et del burro, del vino e della birra, del pane e del formaggio, salsiccia e prosciutto…

L’Europa non è il mondo dell’Astrazione, è l’arte della rappresentazione, da Prassitele a Rodin, dagli affreschi di Pompei alla Secessione viennese.

Europa sono l’immaginario celtico ed il mistero cristiano. Europa è la civiltà, che trasmuta la pietra in merletto. L’Europa è rifiuto della confusione: è la civiltà che ha inventato il canto polifonico e l’orchestra sinfonica.

L’Europa non è il mondo di Satana: È la civiltà che onora la donna, dea, madre, guerriera. Europa è cultura cavalleresca e dell’amor cortese.

L’Europa non è un mondo di censure e sorveglianza, È la patria della pace e della libertà: cittadinanza greca, foro romano, Magna Carta inglese del 1215, città et università libere del Medio Evo, risveglio dei popoli del Novecento…
L’Europa è un patrimonio letterario e mitologico: Omero, Virgilio, Esiodo, le Edda germaniche, il canto dei Nibelunghi ed il ciclo Arturiano.
Ed ancora Shakespeare, Dante, Cervantes, Goethe, Tolstoi…
L’Europa è spirito d’invenzione e di conquista: Leonardo da Vinci e Gutenberg; le caravelle, le mongolfiere, gli inizi dell’aviazione… ed Ariane, i ponti gettati sul mare.

L’Europa sono gli eroi che ci hanno difeso per secoli: Leonida ed i suoi 300 Spartani, che salvarono la Grecia dall’Asia; Scipione l’Africano, che preserva Roma da Cartagine; Carlo Martello, che respinge l’invasione araba; Goffredo di Buglione, che riscatta i Luoghi Santi e fonda il Regno di Gerusalemme; Ferdinando di Aragona e Isabella la Cattolica, che liberano Granada; Ivan il terribile, che allontana i Mongoli dalla Santa Russia; don Giovanni d’Austria, vittorioso contro i Turchi a Lepanto.

Europa, son luoghi emblematici: Europa sono il Partenone, la Piazza San Marco, San Pietro, la Torre di Belém, San Giacomo di Compostela, il Monte Saint-Michel, la Torre di Londra, la porta di Brandeburgo, le torri del Kremlino.

Ecco la nostra storia, il retaggio della nostra civiltà.
Oggi, l’Europa è l’uomo malato del mondo: colpevolizzato, colonizzato, indebolito.

Ciò è né fatale, né durevole. Basta con il pentimento! Ritroviamo il filo della lunga memoria!

Concludo con questo ultimo messaggio

Europei Noi siamo i messaggeri dello spirito dell’Uomo Occidentale. Purtroppo questo spirito è frenato dall’influenza delle attività distruttive del fronte anti – occidentale. Tuttavia esso vive ancora nel sangue e nella memoria di molti uomini e donne Bianche che sono stufi e credo che un giorno porterà i popoli Bianchi a combattere per difendere l’Europa la sua l’identità sacra, i nostri diritti e la riconquistare la nostra libertà. Ma non solo per questo ma anche per la nostra fede e le nostre Tradizioni e per difendere le nostre spose e i nostri figli le vostre sorelle e i vostri fratelli, vostra madre e vostro padre perché se l’Europa cade anche l’Italia cadrà e se cade l’Italia anche la nostra spiritualità cadrà con essa difendete la vostra fede così in futuro i vostri figli saranno liberi, liberi di amare liberi perché voi oggi combattuto l’ideologia mondialista e l’afflusso massivo di allogeni venuti in Europa per distrugge la civiltà Occidentale.

(Estratto della relazione di Riccardo Tennenini a Verona, sabato 26 Novembre 2016 per la presentazione del suo libro su Pan, edito da Ritter)

Una Risposta

  • VERISSIMO, ma è pur vero che i popoli europei si son massacrati e mischiati a vicenda a tal punto che hanno perso sia l’identità che le caratteristiche e il coraggio di combattere questa schiavitù imposta da parassiti non europei e non bianchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *