Trump ufficialmente Presidente: tre attentati nel mondo firmati ISIS

ATTENTATI QUASI CONTEMPORANEI ALLA CONFERMA DI TRUMP COME PRESIDENTE DEGLI U.S.A. DA PARTE DEI GRANDI ELETTORI (N.d.R.)

Le proteste e le petizioni degli irriducibili oppositori non sono riuscite a sbarrargli la strada verso la Casa Bianca

l grandi elettori hanno ratificato l’elezione di Donald Trump alla presidenza degli Stati Uniti. Come ampiamente previsto, le proteste e le petizioni degli irriducibili oppositori non sono riuscite a sbarrargli la strada verso la Casa Bianca dove si insedierà il prossimo 20 gennaio, giorno del giuramento.

Trump ha superato la fatidica soglia dei 270 voti durante il voto dei delegati del Texas dove ci sono stati due elettori “infedeli” che si sono rifiutati di ratificare l’elezione perché preoccupati per il conflitto d’interesse e i legami del miliardario newyorchese con la Russia.

Complessivamente, tra repubblicani e democratici, ci sono state 6 defezioni rispetto al verdetto dell’urna dell’8 novembre scorso. Trump si è così assicurato il voto di 304 grandi elettori contro i 306 previsti mentre la rivale democratica alla presidenza Hillary Clinton si è fermata a quota 228.

 

 

Una Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *