ORACOLI E CONFUSIONI SULL’ORA PRESENTE E DI DONALD TRUMP

Condividi su:

ciechi-guidano-ciechi-12L’EDITORIALE DEL VENERDI

di Arai Daniele

Abbiamo già scritto sul fatto che molti erano rimasti impressionati dall’«oracolo» di Padre Amorth il famoso esorcista al Rv. Gruner. Scrive un lettore: “girano ultimamente in internet, a seguito della morte di P. Nicolas Gruner di Fatima Tv, notizie circa il fatto che lo stesso abbia scritto il 12/3/2015 una lettera ai propri fedeli e amici dal contenuto a dir poco apocalittico! …”Notizia -Padre Nicholas Gruner, è morto improvvisamente il 29 aprile 2015… Ha trascorso 38 anni della sua vita occupandosi dei messaggi della S. Vergine a Fatima, specialmente la terza parte del messaggio e la consacrazione della Russia al Cuore Immacolato di Maria. Segue l’ultima lettera inviata da P. Nicholas Gruner poco prima di morire ai suoi fedeli. Lui è morto non molto tempo dopo, lasciando una «lettera testamento» sull’ora che e passata, ma di cui una parte resta sospesa. Vediamo.

LA PUNIZIONE è alle porte! “Giovedi, 12 Marzo, 2015. Festa di San Gregorio Magno

  • Cari amici, Io vengo da Roma, dove mi sono recato per assistere alla elezione dei nuovi cardinali nel mese di febbraio. Mentre ero lì, qualcosa di inaspettato – qualcosa che ha scosso la mia anima! – C’è qualcosa che non mi aspettavo! Ho parlato con padre Gabriele Amorth, il più famoso esorcista del mondo. Le sue parole mi scossero come poche cose non hanno mai fatto prima! Padre Amorth mi ha detto che rimane pochissimo tempo per la realizzazione delle catastrofi tremende predette dalla Madonna di Fatima, QUANTO TEMPO? Meno di 8 mesi! Padre Gabriele Amorth ha detto che se non viene effettuata la consacrazione della Russia – come ha chiesto la Madonna! – Alla fine di ottobre 2015, le oscure profezie di Fatima potrebbero accadere presto!
  • Perché Padre Gabriel Amorth l’ha detto? Affinché l’Apostolato della Madonna possa far sentire la sua voce come mai prima e possa essere gridato il Messaggio di Fatima, sui tetti! E per fare questo, dobbiamo stare insieme. Dobbiamo mobilitare tutte le nostre risorse, tutte le nostre forze, e risvegliare il mondo dal sonnambulismo che conduce alla perdizione! Non esiste il caso: Tutto è Provvidenza! Amorth ha 85 anni,ed è ancora l’esorcista capo di Roma. Ha diretto decine di migliaia di esorcismi e scrisse diversi libri sull’argomento. E’ il successore di Padre Candido, il suo famoso santo predecessore ed egli stesso aveva doni spirituali speciali. Padre Amorth sa che siamo nella battaglia finale con Satana e il tempo è breve. Ho incontrato e parlato con Padre Amorth molte volte nel corso degli anni. Questa è la prima volta in cui si è espresso in un linguaggio semplice e chiaro nell’ affermare che il tempo che rimane è pochissimo per la punizione di tutto il mondo … Nostro Signore ha inviato Sua Madre a noi per avvisarci in tempo e salvarci dalla catastrofe; ma Lui è contento di come il suo messaggio è stato ricevuto dalla Sua Chiesa? dai suoi ministri? …
  •  L’ira del Signore è in crescita!!! le parole della Madonna sono state ignorate e il castigo è sempre più vicino e sarà terribile al di là di tutto ciò che non si può immaginare! In realtà, i dirigenti della Chiesa, non riuscendo a obbedire alla Madonna e consacrare la Russia al suo Cuore Immacolato, stanno mettendo  il mondo – e miliardi di anime! – In pericolo! DOBBIAMO avvertire il mondo! Le parole di padre Amorth dovrebbero risuonare nei nostri cuori. Dobbiamo agire ora. Il tempo è breve!… Gruner, Centro di Fatima”.

L’allerta non è novità nell’apostolato profetico e apocalittico

Ma se si è davanti un male enorme, è di questo che il cattolico si deve occupare. Più di una volta ho segnalato a a Gruner che il guaio riguardava l’autorità nella Fede. Invece, lui, per chiamare i donatori americani all’importanza di Fatima, avvertiva del pericolo dell’invasione dell’America da parte della Russia comunista; argomento rigirato fino a non molto tempo fa. Ha avuto il merito di aver parlato xon insistenza della richiesta della consacrazione della Russia all’Immacolato Cuore di Maria. Sul suo dialogo con Padre Amorth sulla necessità per salvare il mondo oggi, non può più dire niente quell’ importante esorcista, morto quest’anno. Certo per il cattolico è che per la salvezza della propria anima dev’essere sempre preparato; specialmente in questi tempi. Ma qui resta il guaio principale che nessuno dei due ricordava; la carente testimonianza sulla situazione presente della Chiesa e il Vaticano occupato da anticristi. Inutile è stato ripeterlo al Rv. Gruner, che il “deserto” di cui parla è in relazione alla Fede, del cui recupero dipende la consacrazione e conversione della Russia, a seguito della conversione della stessa Roma.

Il commento del suo amico Rv. Kramer alla sua morte e poi anche alla sua lettera dice tutto: – da questo Bergoglio in Vaticano può venire qualcosa di buono, quale ritorno?

Forse le parole di Nostra Signora non indicavano la causa del futuro castigo: Subito dopo – dice suor Lucia – “ho sentito lo spirito inondato da un mistero di luce che è Dio e in Lui ho visto e udito: la punta della lancia come fiamma che si stacca, tocca l’asse della terra ed essa trema: montagne, città, paesi e villaggi con i loro abitanti sono sepolti. Il mare, i fiumi e le nubi escono dai limiti, traboccano, inondano e trascinano con sé in un turbine, case e persone in un numero che non si può contare, è la purificazione del mondo dal peccato nel quale sta immerso. L’odio, l’ambizione, provocano la guerra distruttrice. Dopo ho sentito nel palpitare accelerato del cuore e nel mio spirito una voce leggera che diceva:Nel tempo, una sola Fede, un solo Battesimo, una Chiesa, Santa, Cattolica, Apostolica. In eternità, il Cielo! (Dalle Memorie di Suor Lucia – Carmelo di Coimbra).

Parole che indicano il male: la chiesa ecumenista conciliare, nemica dell’apostolato di conversione all’Unica Religione. Come potrebbe consacrare la Russia in mezzo a tale corrotta immoralità ecumenista conciliare? Perciò, anche sugli esorcismi, ho scritto più volte che il più urgente è quello riguardante lo stesso Vaticano attuale, conosciuto da P. Amorth, che sa dove regna il più denso fumo! Eppure, si tace sul «papa anticristo»! La vera catastrofe è già avvenuta ed è in atto dal 1958, è la lenta, fatale, distruzione del Cattolicesimo. Non c’è bisogno di oracoli per saperlo.

Chi conosce la storia di Fatima, sa della disgrazia del regno di Francia cent’anni esatti dopo l’accantonamento della richiesta di consacrazione fatta al Re nel 1689. Il Paragone per Fatima potrebbe indicare il 2017. Una cosa è certa e va ricordata, si deve essere sempre preparati; distrarsi su ciò in questi tempi può diventare letale per l’anima. Ma qui ciascuno deve ricordare le due guerre in cui è coinvolto, quella personale contro le proprie tentazioni carnali e quella nella società in cui vive, che è riassunta nella «questione del Papa» del Messaggio di Fatima.

Se qualcuno intende dire qualcosa di serio secondo il sì, sì, no, no, che definisce i campi in cui uno deve situarsi per difendere la verità, per affrontare degnamente gravi problemi di fede, deve rifarsi sempre al Magistero dei Papi nella Storia della Chiesa.

È bastato il dubbio che Papa Pasquale II abbia lasciato scendere un’ombra sull’autorità pontificale, che è quella divina di Gesù Cristo, cedendo nella questione delle investiture, per trovare la resistenza di santi vescovi. San Bruno de Segni, Goffredo di Amiens, Ugo di Grenoble e Guido di Vienne, futuro Papa Calisto II, arrivarono a convocare un sinodo senza il Papa, accusato di allontanare i fedeli dalla comune ubbidienza al Signore, e perciò di allontanare loro dalla sua ubbidienza papale, per fedeltà a Cristo. Nessun mortale può giudicare un papa… salvo se questo devia in questione di Fede. Era una questione che incideva sulla natura dell’Autorità pontificia, che esiste per la Fede, solo indirettamente. Nei nostri tempi, siamo nel caso in cui i «papi conciliari» feriscono direttamente la Fede, nella Dottrina e nella Liturgia. La Dottrina richiede che il cattolico, quando la Fede è in causa, testimoni contro chi opera per alterare la Fede, poiché, costui «é già giudicato e decaduto».

Per la situazione presente la parola d’ordine fu definita da Papa Paolo IV; si tratta di risalire all’errore del conclave che ha eletto un deviato nella Fede, per riconoscerlo nullo. Ecco quanto andava fatto da allora. Testimoniare che era stato promosso un chierico per fare «il male alla Cristianità e alla Chiesa», poiché le sue opere si dimostrarono aperte alla condannata Massoneria e al modernismo, secondo i loro piani perversi.

Concludiamo perciò parlando dei conclavi della Santa Chiesa, dopo aver accennato al «tempo di Trump», perché questo è il presente in America e nel mondo. Siamo entrati nel secolo XXI malato e in uno stato che si sta solo aggravando. Ciò perché non esiste salute del corpo senza prima quella dell’anima e dai potenti di questa terra ormai non c’è nemmeno buon senso. Pensare che Trump possa sgonfiare il mega tumore di quell’armamento globale, è illusione; forse nemmeno lo vorrà. Se avrà il potere, e questo ora è possibile perché forse è assistito da quel primo servizio segreto mondiale, il Mossad. Forse potrà ridurre l’insensata e turpe campagna anti Russia. Ma evitare armi e guerre non è a portata di nessun governo, causerebbe un improponibile contra colpo economico. Il mega tumore insanabile è pure in crescita. Se non incrementerà la guerra contro la Siria, c’è sempre quella contro l’Iran per i futuri giochi di guerra.

Comunque – e questa è ragione di questo scritto – quando si ha il «guaio» apocalittico della presenza di un anticristo a Roma in veste papale, quale mega sciagura può essere maggiore, quale inganno più micidiale può preoccupare i veri cattolici che vivono in tale mondo? La «materia umana» per ricevere la rappresentanza di Dio in terra, per essere papa, non esclude alcun cattolico di fede, perciò esclude i chierici contrari alla Fede trasmessa dalla Tradizione.

Le tenebre sul mondo presente sono soprattutto di natura spirituale. E quale maggior oscurità se non quella del falso papa che insegna errori ed eresie, ma dal 1958 è accolto nella Chiesa come suo capo. Da Giovanni 23 il programma massonico della libertà di coscienza e di religione illuminista è inoculato nella Dottrina, Dietro questa infiltrazione c’è «l’héresie juive», como dal mio III – OU ETAIT LA REACTION CATHOLIQUE AUX DEVIATIONS DE VATICAN 2 ? Pubblicato da Pro Roma Mariana dicembre 22, 2016. Chi é stato l’infiltrato in Vaticano per quest’opera se non Giovanni 23? Eppure, ancora oggi tra i cattolici c’è chi crede che tale modernista massone poteva essere eletto canonicamente. Se lo è stato, come si scoprì dopo dalle sue opere deviate, il conclave che lo ha eletto è nullo. Se c’è una legge infallibile sulla materia è proprio questa ribadita nella Bolla «Cum ex apostolatus». Si deve far finta che la legge perfetta della Chiesa del Signore – che è Verità e mai complicità – sia deficiente per favorire la ‘normalità’ di un mondo che chiama la disgrazia de gran castigo? Solo ignorando la legge divina perché la sua messa in atto sembra estremamente difficile. Sì, a causa della insufficienza umana a capire che l’Autorità del Papa è accordata, non dagli elettori, cardinali, o dalla Chiesa, ma immediatamente dal potere di Dio.

Poiché questa realtà è invisibile, e la Cristianità non può poggiarsi su incertezze, si assume che l’eletto accolto da tutta la Chiesa, dopo il suo sì all’incarico, è quello che ha ricevuto l’Autorità da Dio. Lo spiega il card. Journet nel suo «l’Église du Verbe Incarné», riguardo a tale segnale, che però non è nessun dogmaUn mondo intero può vivere nell’inganno di scordarsi che a precedere questo importante segno c’è la verità dogmatica che l’eletto deve avere la fede, che l’eletto sia un cattolico e non uno sviato che vuole per esempio una certa riforma di segno protestante, come fu il caso dei card. Morone e Pole. Poteva essere Roncalli incosciente del suo modernismo condannato, per cui ha fatto il giuramento antimodernista? No, si trattava di un furbo deviato modernista che ha speso la vita in una carriera clericale d’inganno e di spergiuri. Il card, Ottaviani non lo sapeva, o non lo ha voluto approfondire, perché era alla ricerca di un docile «papa di transizione»? Presto lo ha saputo dalle opere del nuovo «papa». Era tardi? Qui c’è l’errore che il mondo cattolico paga, forse per un falso rispetto agli ordinamenti clericali sul conclave interpretati senza mettere la Fede come priorità assoluta.

Molto al disopra delle regole umane c’è il diritto e il giudizio divino sul malfatto, perché si preferì dire che il conclave, riunione di uomini, fosse «canonico» e non poteva errare. Quindi, errore vi fu e spaventoso per la Chiesa, che passò a essere governata da deviati che la portano all’orlo del baratro. Peggio, attribuendo l’errore tacitamente a Dio che, ignorando le intenzioni nei cuori infedeli di tali eletti, avrebbe immediatamente attribuito a uno che intende mutare la Sua Chiesa, il potere per corrompere la Fede in Suo Nome! È l’idea doppiamente blasfema vigente, che rende Roma senza Fede sede «legale» dell’anticristo.

Dire che Dio lo permette, è semplicemente falsare la grave questione, poiché se è vero che il Papa dev’essere un fedele proposto dagli uomini, è ancora più vero che è inviato direttamente dal Padre per il vero bene della Chiesa, anche se è un papa scarso, ma che ha la fede per cui è morto in croce l’adorabile Suo Figlio, Tra un cattivo papa e uno falso c’è di mezzo proprio l’abisso della Verità! Di modo che, scusare la svista degli uomini di Chiesa nei conclavi dei nostri tempi significa accusare il Signore di aver, non permesso tali papi, ma autorizzato il loro «magistero di perdizione»! Questo resta il «guaio» pendente su questa generazione!

Che Dio abbia pietà della nostra generazione di ciechi guidati da ciechi!

 

7 Risposte

  • “..deviati che la portano all’orlo del baratro”? No, nel baratro e non sull’orlo, deviati che hanno ficcato un sacco di anime nel baratro. E continuano a farlo. Col complice silenzio di chi preferisce cacciare la testa nella sabbia a modo di struzzo. Il card.Ottaviani non lo sapeva che Roncalli era un deviato? Temo lo sapesse e non solo lui. Il nodo è stato fatto nel 1958, Se non si sbroglia il nodo ne vedremo delle “belle” ancora, per modo di dire.

  • Il nodo è stato “sbrogliato” da Roncalli, primo “non Papa” della Chiesa Cattolica del XX secolo e primo papa della Contro-Chiesa modernista conciliare. I suoi successori hanno continuato il graduale disastro, per gradi.

  • Giusto dire che Roncalli ha sbrogliato i nodi. Sì, erano i nodi della Rete che impediva di cadere nel baratro. E il mondo è rimasto senza la Rete e cade da allora, se non di colpo, solo perché appeso ai fili rimasti. Di modo che è pure giusto dire che loro, G23 e seguenti, sono stati e con Bergoglio SONO il baratro.

  • Forse non è chiara la storia dell’incistamento ebraico kazzaro nel Vaticano, che dura da tanto, troppo tempo, ad opera dei Bna’i Brit’h, il braccio massonico armato delle due grandi Lobbies in USA: L’Aipac e l’ADL. Sono loro che hanno determinato le elezioni dei Papi a partire da Rocalli, in questo coadiuvati dai numerosi traditori interni sia singoli che organizzati in gruppi. Per es. è nota la ‘simpatia’ di cui godeva Wojtyla presso l’OPUS DEI, chiamata anche massoneria bianca, che gli ha organizzato l’imponente campagna mediatica mai vista prima, superata ai nostri giorni solo da Bergoglio. La lunga mano è la stessa, basta vedere a chi sono in mano i M.S.M. (main stream media). Se poi venissero alla luce gli intrighi politici e finanziari all’interno dello Stato del Vaticano (qualcosa era venuto alla luce con la storia del Banco Ambrosiano) il quadro si completerebbe.
    Il potere della Chiesa una volta si era appoggiato sullo Stato, leggi sui rottami dell’Impero romano, ma primeggiava su di esso.
    Poi Chiesa e Stato si erano compenetrati, con la netta vittoria dello Stato sulla Chiesa arrivata ormai a una situazione rovinosa
    e inaccettabile.

  • Il 2017 è indubbiamente un anno importante, l’ultimo di quelli di Caino partirti nel 1990 (Thesesa Neumann), la celebrazione dei cento anni dalla prima apparizione di Fatima, molti rivoltamenti in vista, svariate elezioni in Europa che potrebbero cambiare o peggiorare l’attuale situazione, Donald Trump consacrato 45° Presidente U.S.A.
    il che sigla ormai la vittoria evidente dell ‘establishment ebraico nel mondo, di un ‘sistema’ in lotta con quello precedente, ora inferocito, che cqe. NON vuole cedere, e questo comporta dei pericoli seri, in quanto, come abbiamo potuto vedere oramai non si retrocede davanti a nulla, persino negando spudoratamente l’evidenza e la verità. Molto puzza di dittatura.
    L’ America ormai pare si ritiri da certi scenari, gli europei dovranno sbrigarsela da soli, istericamente si grida alla necessità di un esercito europeo, (ecco spiegata l’accoglienza ai migranti…”eran trecento, erano giovani e forti e sono….?) quindi oracoli o no, profezie varie, portano alle indimenticabili parole di Cristo nel Vangelo di Matteo 24. Quindi il disastro è inevitabile, parola di Cristo.

  • … [Trackback]

    […] There you will find 63012 more Infos: agerecontra.it/2017/01/oracoli-e-confusioni-sullora-presente-e-di-donald-trump/ […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *