L’oscuro passato di Rebbekah Dorothea Kasner alias ‘”Angela Merkel”

Angela_Merkel_1992-984x1024Segnalazione di Raimondo Gatto

di Thierry Meyssan

La foto della giovane “Merkel” (Rebbekah Dorothea Kasner) in uniforme DDR. Il sito della Bild pubblica una foto del 1972 in cui l’attuale “cancelliera tedesca” indossa un’uniforme da giovane volontaria civile della DDR. La Kasner lavorò non ufficialmente per la “STASI” il sevizio segreto della DDR. Il suo nome in codice “IM Erika”, IM: Inoffizieller Mitarbeiter, impiegata non ufficialmente.

Diventa molto più semplice conoscendo meglio la “Cancelliera” comprendere la posizione tedesca e le sue politiche di dominio ovviamente sostenute da altri poteri, leggendo gli atri allegati È Angela Merkel un Asset della CIA ?, Il lato sionista di Rebbekah Dorothea Kasner alias ‘”Angela Merkel” risulterà ancor più semplice illuminarci. Arturo Navone

Rebbekah Dorothea Kasner maschera le sue agende ideologiche e pratiche indossando il cognome di un suo primo marito Ulrich Merkel “che attraversò la sua vita come una meteora e per il quale”, per sua stessa ammissione, “non ha mai provato un granché”.

Rebbekah Dorothea con i suoi genitoriRebbekah Dorothea Kasner è la figlia di Hort Kasner morto nel 2011 a Berlino un pastore giudaico protestante a Templin e la madre polacca Herlind Jentzschr, un’insegnante di latino e inglese ad Amburgo. Si è interessata alla politica mentre studiava fisica presso l’Università di Lipsia e fu iscritta nel FDJ (Libera Gioventù tedesca), l’unico partito della DDR, per il quale lavorò nel campo della propaganda.
In seguito alla caduta del muro di Berlino, nell’anno cruciale del 1989, dopo aver aderito al Partito Socialdemocratico che nella metà di dicembre 1989 aveva mutato nome in Ritorno democratico (DA), la Kasner decise rapidamente di creare insieme alla CDU l'”Alleanza per la Germania”sottoponendosi alle prime elezioni “libere” e infine giungendo alla Camera Popolare dei GDR. Ecco come la Kasner poté ascendere con i nomi più importanti come Bärbel Bohley, Günther Krause, Rainer Ortleb, Markus Meckel Eppelmann o Reiner. Iniziando la sua carriera vertiginosa al potere. L’ultimo primo ministro della Repubblica democratica tedesca, Lothar de Maizière che la nomina Membro della RFA nel 1990.

La caduta del muro di Berlino avvenuta 3 ottobre 1990 fu soltanto una delle tante farse poiché Germania è ancora occupata militarmente insieme ad altre nazioni dalla società Alleanza atlantica e nonostante le molte truffe testuali che quella società fece diffondere, il governo tedesco non firmò mai fino ad ora alcun “Trattato di pace” all’Alleanza atlantica ragion per cui Germania è ancora commissariata dalla stessa società invadente e per la stessa ragione possiede soltanto una Costituzione provvisoria dal 1944 fino ad ora. Leggere documentazione in GERMANIA: 58 anni d’Occupazione U.S.A. Di Christopher Bollyn e Ennesima TRUFFA, l’Unione Europea giuridicamente non esiste !!<<A dispetto dei suoi successi, l’eredità politica di “Kohl” è stata gravemente danneggiata da uno scandalo riguardante il finanziamento del suo partito, scandalo iniziato nel 1999 quando venne scoperto che la CDU riceveva fondi illegali sotto la sua leadership. Le indagini del Parlamento tedesco sulla provenienza dei fondi illegali della CDU – la maggior parte dei quali depositati in conti bancari a Ginevra – rivelarono due fonti: vendite di carri armati all’Arabia Saudita, e una maxi-tangente da 40 milioni di euro pagata dall’allora governo francese di François Mitterrand per l’acquisto di una compagnia petrolifera della Germania Est da parte dell’azienda parastatale ELF Aquitaine, di cui 15 milioni sarebbero stati versati direttamente alla CDU come aiuto per la campagna elettorale di Kohl del 1994. Oltre 300 milioni di marchi tedeschi in fondi illegali furono scoperti in depositi nel cantone di Ginevra.

Kohl stesso affermò che la ELF Aquitaine aveva offerto un massiccio investimento nell’industria chimica della Germania est insieme con l’assorbimento di 2000 stazioni di rifornimento tedesche che erano formalmente possedute dalla compagnia petrolifera nazionale Minol. L’ELF Aquitaine è accusata di aver illegalmente finanziato la CDU su ordine di Mitterrand.
Nel 2003 è stato reso noto che a Helmut Kohl furono pagati 300.000 euro da Leo Kirch, proprietario di un canale televisivo privato, per un contratto consultivo. La questione era molto delicata, considerando il fatto che Kirch costruì il suo impero televisivo privato grazie alle riforme promosse da Helmut Kohl negli anni ottanta>>. wikipedia

Il vero nome di Helmut Kohl, membro del Bohemian Grove, è Hennoch Kohn. La famiglia giudaica di Kohl (Hennoch Kohn), era originaria di
Buczaz, (Galizia austriaca). Emigrarono verso la Germania ai tempi della rivoluzione francese e cambiarono il loro nome com’era molto in uso durante
quell’epoca. Hennoch Kohn fu eminente membro della grande loggia massonica “B’nai B’rith” che accetta soltanto chi appartiene alla religione giudaica. Ha ricevuto nel 1996 a Monaco di Baviera l’Ordine in quella loggia per il suo “servizio al giudaismo”. Egli è stato anche il più caro amico della famiglia Rothschild a Parigi e Londra e frequentava regolarmente le riunioni di famiglia di questi grandi banchieri. (Club Bilderberg), CFR, ecc ecc. I nonni di Kohl (Hennoch Kohn) sono sepolti nel cimitero giudaico a Vienna.(i dettagli sono su metapedia, die-endzeit.de, luebeck-kunterbunt)

Helmut Kohl e Angela Merkel
La Kasner non ha mai giocato personalmente ma fu Helmut Kohl che la sponsorizzò guidandola al potere all’interno del CDU. In politica estera, Rebbekah Dorothea Kasner mascherandosi dietro il falso nome “Merkel” è in grado di stabilire contrassegnate relazioni personali con Sarkozy come con Medvediev imponendo le loro convinzioni senza intermediari non solo a Bruxelles, ma dall’isola di Ouessant alla penisola del Kamchatca. La Kasner non deve nulla ad alcuno, lei ha la sua storia e un’agenda della quale accennerà alla presentazione del libro di Roland Koch, intitolato “Conservatore” cercando di tracciare il profilo di ciò che significhi oggi questo concetto in Germania e nel continente europeo.

Angela Merkel e George Bush:

Angela Merkel, una neoconservatrice alla presidenza dell’Unione Europea

7 Risposte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *