2577da76df0935b92df38087801b5b12_XLRiprende lunedì 27 Marzo alle 21.30 il celebre programma di giornalismo d’inchiesta (N.d.r.)

Ranucci, 55 anni, già autore dal 2006, assume la guida del programma dopo vent’anni di conduzione firmata da Milena Gabanelli. L’esordio lunedì 27 marzo

di Paolo Conti

«È un’occasione professionale straordinaria ma la responsabilità è pesantissima. Arrivare dopo i vent’anni di Milena Gabanelli autrice e conduttrice di Report, una professionista che è stata candidata persino alla presidenza della Repubblica, è un po’ come guidare l’Inter subito dopo Mourinho».

Sigfrido Ranucci, 55 anni, alla Rai dal 1989 e dal 2006 coautore di Report, gioca la carta dell’ironia in vista dell’esordio di lunedì 27 marzo su Raitre in prima serata. Milena Gabanelli ha clamorosamente scelto di cambiare rotta nell’ottobre 2016 «prima che siano altri a segnalarmi scricchiolii e stanchezze». Dunque nuova sigla, nuova scenografia «ma nella continuità», assicura Ranucci che ha al suo attivo 16 premi giornalistici e un anno e mezzo di vita sotto scorta, tra il 2009 e il 2010, dopo un’inchiesta in Sicilia su Vincenzo Ercolano (rinviato a giudizio per mafia nel 2015 e beni patrimoniali sequestrati per 23 milioni).

Timore del confronto?

«Diciamo che cercheremo di limitare i danni…. Abbiamo una squadra forte, il vero valore aggiunto realizzato da Milena in vent’anni di lavoro. Possiamo contare anche su un pubblico più attento e preparato che ci aiuterà a correggerci, se sarà necessario».

CONTINUA SU: 

http://www.corriere.it/spettacoli/17_marzo_21/report-non-cambierama-non-imitero-milena-7272261c-0e6e-11e7-bc58-c287e833415a.shtml&ct=ga&cd=CAEYByoUMTI3NjQzNzMyNjg4MjkxNDIxNTkyGTQxY2ZiY2MyN2M3YTVjOGM6aXQ6aXQ6SVQ&usg=AFQjCNH_XOL7p_lT6iA1J5W_qkLqKbHLRA