l Salmo svizzero sta per essere sostituito con un testo più laico. Un’associazione cristiana lo ritiene non patriottico

La SGG ha invitato i comuni svizzeri a cantare il nuovo testo il prossimo primo agosto. Alcune città hanno già annunciato di voler soddisfare la richiesta, come ad esempio Berna, Winterthur e Wil.

Ma il nuovo inno non soddisfa tutti. Per alcuni è in contrasto con la tradizione, privo di riferimenti a Dio e alla religione in generale. Fatto, questo, ritenuto inaccettabile da Helvetia Christiana. «Questi nemici della Svizzera vogliono cancellare tutti i riferimenti a Dio, alle tradizioni più importanti, ai nostri costumi per sostituirli con degli pseudo valori», scrive l’associazione cristiana in un comunicato stampa. Il suo è un tentativo di fermare la SGG prima che «degradi la festa nazionale a un evento multiculturale».

«Anche chi non è religioso dovrebbe potersi identificare» – Lukas Niederberger direttore della SSUP, ha voluto replicare: «Nella nostra società, circa un quarto delle persone afferma di non appartenere a nessuna religione. Anche loro dovrebbero potersi identificare con il testo dell’inno nazionale», spiega a 20 Minuten. «Inoltre, il nuovo testo contiene riferimenti religiosi piuttosto sottili, anche se Dio non è esplicitamente menzionato», aggiunge. «I valori quali la libertà, la solidarietà e l’unità sono influenzati anche dal cristianesimo», afferma.

Che il nuovo testo sia filo straniero, inoltre, non è plausibile per Niederberger. «I valori menzionati nel testo sono tratti direttamente dal Preambolo della Costituzione federale. Chi mette in discussione questi valori entra in un campo eticamente discutibile».

«I non credenti sono una minoranza» – Marco Giglio, presidente di Helvetica Christiana non è soddisfatto da queste dichiarazioni: «Il fatto che esistano dei non praticanti non significa che i credenti siano spariti. Piuttosto, i non credenti sono una minoranza».

L’inizio del Salmo svizzero

Quando bionda aurora, il mattin c’indora
L’alma mia T’adora, Re del ciel
Quando l’alpe già rosseggia
A pregare allor: T’atteggia
In favor del patrio suol
In favor del patrio suol
Cittadino, Dio lo vuol
Cittadino, Dio, si Dio lo vuol

Il testo iniziale del nuovo inno

Croce bianca: unità, campo rosso: libertà, simboli di pace e d’equità.
Forti se aiutiamo i deboli, servi della libertà, liberi.
Siamo aperti al mondo, siamo aperti al sogno:
la bandiera svizzera, segno della nostra libertà.

Fonte: http://www.tio.ch/News/Svizzera/Attualita/1156994/-Pseudo-valori–il-nuovo-inno-fa-infuriare-i-cristiani/