Se Bergoglio pensa di abolire il Vaticano…

NOTIZIE DALLA CHIESA CONCILIARE (ogni titolo religioso va inteso come conciliare, non cattolico, n.d.r.)

Segnalazione di F.F.

Secondo alcuni rumors, il Santo Padre vorrebbe abolire lo Stato Vaticano. Un’idea portata avanti dall’ala più progressista della Chiesa

di Andrea Riva

Da quando Bergoglio è stato eletto papa, una voce si rincorre nei corridoi della curia: “Vuole abolire il Vaticano“, dove con questo termine si intende tutta la struttura politica e cerimoniale della Chiesa.

Del resto, lo stesso braccio destro di Bergogliomons. Victor Manuel Fernandez, disse in un’intervista al Corriere: “La Curia vaticana non è una struttura essenziale. Il Papa potrebbe pure andare ad abitare fuori Roma, avere un dicastero a Roma e un altro a Bogotà e magari collegarsi per teleconferenza con gli esperti di liturgia che risiedono in Germania“. Ipotesi surreali o no? Difficile dirlo, considerata l’imprevedibilità di papa Francesco. Quel che è certo è che questa ipotesi è portata avanti dalle ali più progressiste della Chiesa da tempo.

Come riporta Antonio Socci su Libero di oggi, “l’ ambizione del papa argentino è stata (…) dichiarata da uno dei suoi più stretti collaboratori. Il suo braccio destro mons. Victor Manuel Fernandez disse testualmente: ‘Bisogna sapere che lui (Bergoglio) punta a riforme irreversibili’. Una frase che può avere un’ interpretazione molto rivoluzionaria ed eterodossa per la Chiesa. Infatti la Chiesa appartiene a Gesù Cristo, non al papa. I papi ne sono solo dei custodi temporanei, non i proprietari: non hanno un potere che si estende nei secoli dei secoli come Gesù Cristo. Per definizione ‘irreversibile’ è solo la Legge di Dio che è nella Sacra Scrittura e nel magistero costante della Chiesa”.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/news/cronache/se-papa-francesco-pensa-ad-abolire-vaticano-1445460.html

 

 

Una Risposta

  • Il fatto che Bergoglio parli di riforme irreversibili indica la sua nullita’ come papa.
    Irreversibili dovrebbero essere le pedate che lo caccino via da Roma. E’ un personaggio troppo deleterio per accettare petizioni o proposte o dubia o che altro…Unica comprensione per tale soggetto, afflitto da narcisismo cronico (vedere ottima analisi citata da M.Blondet) e’ di essere sbattuto via a forza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *