di Emanuele Bellano

(collaborazione di Ilaria Proietti)

Occhio al portafoglio – 30/10/2017
Occhio al portafoglio

Sono oltre 100 mila i risparmiatori che hanno comprato diamanti allo sportello della propria banca, nel corso dei quarant’anni di attività delle società venditrici IDB – Intermarket Diamond Business e DPI -Diamond Private Investment. Un anno fa il servizio di Report “Occhio al portafoglio” denunciò che i diamanti venduti attraverso questo circuito avevano un prezzo doppio rispetto al reale valore di mercato. Dal servizio è partita un’inchiesta della magistratura, un’indagine di Consob e due procedimenti dell’Antitrust. Ad oggi il mercato delle due società che vendevano diamanti ai risparmiatori è fermo. Nessun nuovo cliente, scoperto l’inganno, è disposto a pagare un diamante il doppio del suo reale valore di mercato. Il cerino rimane così nelle mani di tutti quei risparmiatori ancora in possesso di uno di questi diamanti. Sono migliaia e rischiano non solo di avere una minusvalenza, ma di non recuperare neanche il capitale investito. In alcuni casi i clienti si sono visti ricomprare il diamante dalla banca. Abbiamo chiesto agli istituti di credito cosa devono aspettarsi invece tutti i risparmiatori finora lasciati al loro destino.

Scarica il PDF con la trascrizione della puntata