“L’omosessualità è una malattia”. Non è diffamazione, cade l’accusa contro la Prof. Silvana De Mari

Siamo lieti per l’amica Professoressa Silvana De Mari! (n.d.r.) Sebbene la teologia abbia sempre parlato di “vizio” e non esplicitamente di “malattia”

https://www.repstatic.it/content/localirep/img/rep-torino/2017/12/02/160454201-3921bc6f-8a80-4a52-aa17-0621cb619638.jpg

Era stata denunciata dal Torino Pride. La Procura chiede l’archiviazione: la professionista non è imputabile per diffamazione

CONTINUA SU:

http://torino.repubblica.it/cronaca/2017/12/02/news/_l_omosessualita_e_una_malattia_ma_l_accusa_contro_la_dottoressa_antigay_non_regge-182818663/

Una Risposta

  • Ricordo una persona con gravi problemi cognitivi che aveva anche atteggiamenti omosessuali. Amava le borse, le riviste di moda femminili pur non avendo potuto imparare a leggere. Atteggiamenti omosessuali si potrebbero riscontrare in soggetti (persone) affetti da sindrome di down, lasciati soli in un ambiente che inneggia costantemente al sesso, ma in ogni caso l’omosessualità è un vizio contratto dall’anima. L’ambiente facilita il contratto.
    Malattia è da definire tutto ciò che fisiologicamente viene compromesso è danneggiato dalla pratica di questo vizio….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *