Risultati immagini per carta di identitàSegnalazione della Lega Nazionale Antipredazione degli Organi

www.antipredazione.org
11/06/2018 Comunicato n. 10

DONAZIONE DI ORGANI E TESSUTI

COME REVOCARE ALL’ANAGRAFE / CNT-SIT / ASL-FSE

Chi è andato a rinnovare la Carta d’Identità all’anagrafe di alcuni Comuni, preso alla sprovvista, ha firmato un modulo relativo alla donazione di organi presentato dall’operatore come se la “scelta in Comune” fosse un dovere. A posteriori costoro si ritengono ricattati e chiedono alla Lega Antipredazione la soluzione. Diamo quindi una risposta pubblica e pratica su come formulare la richiesta di revoca e a chi indirizzarla. Di seguito la traccia da copiare e indirizzare ai tre Enti coinvolti. Inoltre il Poligrafico dello Stato è sotto indagine per aver messo in circolazione quasi 350mila Carte d’Identità elettroniche con microchip difettoso. I non-donatori sono in pericolo.

***

AL SINDACO / ANAGRAFE – Via … Città … (Raccomandata A.R.)

AL CENTRO NAZIONALE TRAPIANTI (SIT) – Viale Regina Elena 299, 00161 Roma (R-A.R.)

ALL’ASL DI APPARTENENZA (FSE) – Via … Città … (Raccomandata A.R.)

Oggetto: Restituzione del modulo firmato all’Anagrafe relativo a donazione di organi e tessuti

Io sottoscritto/a ……………………………. nato/a a …………………………………. il ………………… e residente a ……………………………………….. in Via …………………., presentatomi all’Anagrafe di ……………….. per rinnovare la Carta d’Identità sono stato/a indotto/a dall’impiegato/a a firmare un modulo che afferma che la donazione di organi per trapianto si effettua “dopo la morte”.

Tale modulo non esplicita che si tratta di espianto di organi vitali su persona in cosiddetta “morte cerebrale” a cuore battente e circolazione attiva, perpetuando l’equivoco di far credere al cittadino che si tratti di morte reale in arresto cardio-circolatorio e respiratorio protratti.

Inoltre afferma falsamente in caratteri microscopici a piè pagina che tale registrazione è “secondo normativa” indicando tre norme: la Legge 91/99 che invece è marchianamente elusa mancando il Decreto attuativo dell’Art. 5 per la dichiarazione di volontà; il D.M. 8 aprile 2000 (Rosi Bindi) che invece è temporaneo e usato per aprire a vari inganni come il presente; e il D.M. 11 marzo 2008 (Livia Turco) che si aggancia al suddetto Decreto temporaneo della Bindi per introdurre l’illecita e incostituzionale schedatura presso i Comuni.

Revoco quindi in modo inappellabile l’adesione che considero un’estorsione e chiedo all’Anagrafe l’immediata restituzione per mezzo di Raccomandata A.R. del documento da me firmato;

al Centro Nazionale Trapianti chiedo la dichiarazione di rimozione dal database nazionale;

all’ASL di appartenenza chiedo la cancellazione di quanto trasmesso dall’Anagrafe al Fascicolo Sanitario Elettronico.

Se entro 20 giorni non mi sarà restituito il modulo firmato all’Anagrafe e non avrò ricevuto conferma di quanto chiesto al CNT e all’ASL sarò costretto/a a ricorrere alle vie legali.

Ribadisco che questa è la mia definitiva volontà.
Data, firma e indirizzo del revocante

***

Lega Nazionale

Contro la Predazione di Organi

e la Morte a Cuore Battente

www.antipredazione.org

COMUNICATO STAMPA

ANNO XXXIV n. 10

11 giugno 2018

LEGA NAZIONALE CONTRO LA PREDAZIONE DI ORGANI E LA MORTE A CUORE BATTENTE
24121 BERGAMO Pass. Canonici Lateranensi, 22
Tel. 035-219255 – Telefax 035-235660

lega.nazionale@antipredazione.org

www.antipredazione.org