Fedeli alla linea. Di Salvinidi Manuel Fondato

Viminale sommerso di messaggi di solidarietà. “Famiglia cristiana ti attacca? Infischiatene, noi credenti siamo dalla tua parte”

Una mano che si leva verso, il volto di uno sconcertato Matteo Salvini; sotto, il titolo: «Vade retro Salvini». La copertina di Famiglia Cristiana, com’era prevedibile ha scatenato numerose polemiche. «Niente di personale o ideologico. Si tratta di Vangelo» ha precisato il settimanale che, dopo l’ennesima tragedia di migranti morti in mare, ha fatto il punto sull’impegno della Chiesa italiana, «contro certi toni sprezzanti e non evangelici». «L’accostamento a Satana mi sembra di pessimo gusto. Io non pretendo di dare lezioni a nessuno, sono l’ultimo dei buoni cristiani, ma non penso di meritare tanto» la replica del Ministro degli Interni.

Ma il popolo cattolico da che parte si è schierato? A giudicare dalla mole di messaggi pervenuti direttamente a Salvini nettamente dalla sua parte. «Famiglia Cristiana oltraggia gravissimamente il Ministro degli Interni in carica. Famiglia Cristiana chieda pubblicamente scusa al Ministro degli Interni e agli Italiani e pubblichi in prima pagina il prete pedofilo di Calenzano…#castrazione #pretipedofili. Si emanino leggi pesantissime per i reati di Pedofilia» scrive Massimiliano.

«Ciao Matteo, si sono tirati la zappa sui piedi da soli con quella copertina. Oggi all’Aria che tira il vicedirettore di Famiglia Cristiana si arrampicava sugli specchi per giustificare la figura di m. generale che hanno fatto. Vai tranquillo, fai sempre quello che ti senti, sbaglierai qualche volta ma è normale» lo giustifica Giacomo. «Caro On. Salvini, sono esterrefatta nel leggere come un giornale cristiano si pone nei Suoi confronti. Siamo alle solite…però trovo comunque molto gravi gli insulti indirizzati verso di Lei. Che possa piacere o meno (e a me piace perché La ho votata), le elezioni hanno portato ad un governo votato dal Popolo. La seguo da parecchi anni ed ho anche fatto il tifo per Lei alle elezioni: Sono convinta che Lei sia nel giusto: il nostro Paese è stato portato allo sfascio e sarà molto difficile risalire, ci sono troppi interessati soltanto a gonfiarsi le tasche e non solo sull’immigrazione, ma confido in Lei perché ho fiducia nei suoi confronti sia come persona che come politico e La esorto a non mollare. Grazie per quello che fa per gli Italiani che vorrebbero continuare ad esserlo. Che Dio La aiuti nel prendere le giuste decisioni per questo povero Paese. Cordiali saluti» secondo Silvia da Genova. «Sig. ministro, le scrivo – è la volta di Maria Chiara – e non solo da parte mia, per darle il nostro più totale sostegno, siamo fieri di lei e del suo operato, sono cristiana, ma questa chiesa mi fa vergognare, dai lucri sui clandestini, alla pedofilia. Non si curi di quella gentaglia, noi siamo con lei. Stia attento e si guardi sempre le spalle. La stimiamo immensamente».

Se la prende anche con il Papa, Rossella: «Smettessero di fare politica. Pensassero agli orrendi sacerdoti pedofili. Chiamassero Satana colui che abusa di un minore sarebbero loro stessi migliori. Bergoglio in primis». Dalla Sardegna (così reca la firma) arriva un’attestazione di fiducia piena: «Carissimo Ministro siamo orgogliosi di lei e del suo lavoro. Famiglia Cristiana e chi c’è dietro, ha molto da imparare da lei, la stanno attaccando tutti per invidia e gelosia. Siamo tutti con lei». «Voglio in primo luogo complimentarmi con lei per la competenza, il coraggio e la fermezza dimostrata in questi mesi! Di fronte all’attacco dei poteri forti, dell’Europa, di lobby e cooperative non ha mai arretrato e questa è una cosa assai rara! Trovo veramente intollerabile che lei subisca ogni giorno questi attacchi ma questo di Famiglia Cristiana è sicuramente il più ignobile! Veramente vergognoso per un giornale che ha lasciato passare di tutto senza batter ciglio! Da cristiana cattolica praticante le dico: non molli mai! È la nostra bandiera» il pensiero di Lucia.

Significativo anche l’appoggio della Grecia: «Le scrivo in qualità di sacerdote italiano della Chiesa Ortodossa Greca dell’Arcidiocesi di Atene per esprimerLe il mio personale appoggio, la piena benedizione e grande ammirazione per il Suo incredibile operato in questi pochi mesi di Governo. Lei rappresenta per l’Italia ma anche per il popolo greco che la segue (sappia che assai spesso scrive di Lei la stampa greca e SEMPRE in modo esemplare, mi offro personalmente di mandarle se desidera una rassegna di tutti gli articoli che parlano di Lei) una speranza concreta contro decenni di buio politico e soprattutto è l’unico che coraggiosamente si schiera contro l’immigrazionismo mondialista, nemico dei popoli e di ogni identità nazionale. Non si preoccupi della guerra che i centri del Nuovo Ordine Mondiale Le alzano, né tantomeno di ignominiose copertine di giornali che dovrebbero più chiamarsi “Famiglia Anti-cristiana” visto che sembra lavorare come un organo della Contro-Chiesa».

Fonte: http://www.iltempo.it/politica/2018/07/28/news/salvini-famiglia-cristiana-copertina-emergenza-immigrazione-migranti-mail-viminale-1080486/