La Massoneria tuona dal Casinò di Sanremo "La politica dell'attuale Governo non ci piace, è incompetente" (Video)“Purtroppo oggi ci sono tentativi di ridurre gli spazi della libertà e, soprattutto, viene colpito il diritto di associazione che, in Francia, è stato regolato invece dal 1901. In Europa ci sono molti attacchi alla libertà”.

di Pietro Zampedroni

E’ tornato a Sanremo, per i ‘Martedì Letterari’ del Casinò l’Avv. Antonio Binni, Sovrano Gran Commendatore e Gran Maestro della Gran Loggia d’Italia (Palazzo Vitelleschi), che ha relazionato sul tema ‘La Massoneria in Europa e in Italia alla ricerca della libertà’.

Antonio Binni torna per la quarta volta ai Martedì letterari di Sanremo ed a lui abbiamo chiesto se, nel 2018 in Italia ed in Europa c’è ancora bisogno di parlare di libertà: “Purtroppo oggi ci sono tentativi di ridurre gli spazi della libertà e, soprattutto, viene colpito il diritto di associazione che, in Francia, è stato regolato invece dal 1901. In Europa ci sono molti attacchi alla libertà, perché oggi il populismo tende a mettere all’angolo tutti i dissidenti, tutti coloro i quali non sono dell’opinione che deve comandare il popolo. Vengono demonizzati e viene demonizzata la Massoneria”.

Che rapporto ha o avrà con l’attuale Governo? “La Massoneria non fa politica e, anzi, nelle Logge è vietato farla. Certo che noi siamo attenti alla politica con la ‘P’ maiuscola, ovvero alla dottrina dello Stato. Quella rappresentata dall’attuale Governo non ci piace e noi non siamo assolutamente compatibili con il populismo, che equivale al concetto di incompetenza. Noi siamo persone razionali per definizione, ci prepariamo e proprio per questo siamo competenti”.

Che ruolo ha la Massoneria, in Italia e in Europa nel 2018: “Il ruolo è sicuramente quello di coscienza critica, visto che siamo stati da sempre la coscienza critica. Nell’800 in Italia siamo stati il partito di Governo, dando anche 5 Presidenti del Consiglio. Ma i tempi sono diversi ed oggi abbiamo una Costituzione, all’interno della quale la Massoneria vuole essere una ‘polis’ parallela ma con capacità di dare nuove soluzioni ad antichi problemi”.

Il Sovrano Gran Commendatore e Gran Maestro Antonio Binni è tornata per la quarta volta ai Martedì letterari di Sanremo: uno tra gli appuntamenti più prestigiosi della vita culturale italiana e internazionale. Ha concluso l’incontro un concerto di musiche massoniche con il maestro Vitaliano Gallo.

Dopo il prof. Vinicio Serino, docente di antropologia all’Università di Siena, è intervenuto anche Aldo Alessandro Mola, autore di ‘Storia della Massoneria in Italia dal 1717 al 2018 – Tre secoli di un Ordine iniziatico’ (ed. Bompiani, pp. 832), già in seconda edizione a due mesi dalla pubblicazione, scritto sulla scorta di numerosi e innovativi inediti.

Al termine è stata inaugurata la prestigiosa mostra ‘Lucio Fontana al Casinò di Sanremo’, creata in collaborazione con il circolo degli artisti di Albisola, la Fondazione Centofiori di Savona ed il comune di Albissola Marina. Relaziona la storica dell’arte, Federica Flore.

http://www.sanremonews.it/2018/10/02/mobile/leggi-notizia/argomenti/politica-1/articolo/la-massoneria-tuona-dal-casino-di-sanremo-la-politica-dellattuale-governo-non-ci-piace-e-incomp.html