Matteo Castagna, amico del ministro Fontana: “L’aborto è un omicidio”

Dopo l’intervista a “La Zanzara” su Radio24 del 18/10/2018, è “Blitz quotidiano” a raffazzonare le dichiarazioni del nostro Matteo Castagna (infatti non mette le domande poste dai conduttori, né che Castagna le ha dichiarate in diretta: “domande da sporcaccioni”), che ribadisce esclusivamente ciò che insegnano il Catechismo di San Pio X e la Dottrina Sociale della Chiesa

Matteo Castagna, amico del ministro Fontana: "Chi pratica l'aborto è un assassino"

Matteo Castagna, amico del ministro Fontana: “Chi pratica l’aborto è un assassino” (Nella foto Ansa, il ministro Fontana)

ROMA – “Chi pratica l’aborto è un assassino. (“chiunque ammazza è un assassino” – frase reale detta da Castagna, n.d.r.) Sono contro la contraccezione, niente preservativi e pillole. Si gode solo per fare figli”: a dirlo è Matteo Castagna del movimento tradizionalista Christus Rex di Verona, amico del ministro della Famiglia Lorenzo Fontana, tanto da poter aggiungere: “Le mie idee sono quelle del ministro Fontana, siamo amici da 23 anni”.

Intervenendo a La Zanzara, su Radio24, Castagna è tornato sul tema dell’aborto: “Chi pratica l’aborto è un assassino, come chiunque ammazza vite umane. Il medico deve fare per forza obiezione di coscienza. Abrogherei la 194, subito. Ci sarebbe una società educata all’ordine e all’amore per la vita. I casi di donne che vogliono abortire si ridurrebbero al minimo. Sono contro ogni forma di contraccezione. Così come dice la dottrina della Chiesa. Ci si astiene. L’atto sessuale con godimento è fatto da Dio solo per la procreazione e basta. Il sesso va fatto solo nel matrimonio e solo per procreare. Anche mettendo al mondo 50 figli”.

Quindi, parlando delle proprie abitudini sessuali, ha detto: “Io trombo non escludendo mai di fare figli. Faccio l’amore tutte le volte che voglio senza escludere che possa venire un bambino. Non vengo mai fuori, assolutamente. Il diritto naturale stabilito da Dio stabilisce così. Il ministro Fontana è un amico, lo conosco da 23 anni. Condivide molte delle mie idee. Viva la famiglia tradizionale”.

Quindi ha parlato anche del sesso anale: “Non è concepito dal diritto naturale. Chi lo pratica è un peccatore, un sodomita. I gay sono dei sodomiti, peccatori che dovrebbero confessarsi, ravvedersi e astenersi. Il ravvedimento sta nell’astensione. Un mondo fatto di sodomiti non potrebbe esistere perché si estinguerebbe. Non mi sono mai masturbato, ho 42 anni. La masturbazione è vietata, mentre è contemplato il sesso con mia moglie anche cinque volte al giorno e solo per fare figli”. (senza escludere di fare figli…n.d.r.)

https://www.blitzquotidiano.it/cronaca-italia/matteo-castagna-ministro-fontana-2944409/&ct=ga&cd=CAEYACoUMTEzNzE3NDgyMDY1NjA0NTY2NDcyGTRlZWExZDZiM2YzNjJmNGE6aXQ6aXQ6SVQ&usg=AFQjCNFsj4QK9Z-r3wSDqcKRRn2w6oMtWA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *