Migranti, aiutarli a casa loro ci costerebbe 6 volte meno che accoglierli qui

Migranti, aiutarli a casa loro ci costerebbe 6 volte meno che accoglierli quiSaranno pure i classici  “conti della serva”, ma servo o anche questi per individuare bene le scelte da compiere.   I conti sono questi: aiutare i migranti a trovare un futuro nei loro, rispettivi Paesi costerebbe allo Stato italiano quasi sei volte meno che accoglierli, assisterli e provare a “integrarli” a casa nostra.

Nel primo caso, l’operazione ci costerebbe circa 6 euro al giorno, nel secondo ce ne costano invece 35. A questi calcoli si arriva grazie a un esperimento di cooperazione realizzato in Ghana, uno dei Paesi da cui partono migranti e barconi. I costi per alloggiare, sostenere e insegnare un lavoro a centinaia di disperati pronti a partire sono decisamente irrisori rispetto a quanto ci sarebbe costato se lo stesso numero  di individui fisse sbarcato in uno dei porti italiani. A rivelare questo incredibile dato è il ministro dell0’Interno Salvini. “Entro Natale in 800 avranno lì (in Ghana n.d.r.)  vitto, alloggio e formazione professionale al costo di 6 euro al giorno . Sei euro, capito? Altro che i 35 al giorno spesi in Italia. Meglio 6 euro al giorno in Ghana -che 35 alla Tiburtina”. Il titolare del Viminale lo ha detto al Forum delle Associazioni familiari. Non c’è dubbio che gli africani sarebbero più felici a essere aiutati in Africa piuttosto che affrontare i rischi  e i disagi di un viaggio  periglioso. A non essere tantofelici sarebbero però tutte quelle associazioni che ottengono i fondi per assistere rifugiati e richiedenti asilo vari,

FONTE: http://www.secoloditalia.it/2018/11/migranti-aiutarli-a-casa-loro-ci-costerebbe-6-volte-meno-che-accoglierli-qui/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *