Incredibile! Ecco chi comanda in casa nostra. Ecco i frutti della societa’ multietnica e multireligiosa, garantita dai nuovi “dogmi” della “Chiesa conciliare” attraverso l’ ”ecumania”. Lo dicevamo gia’ negli anni Novanta. C’era chi aveva messo in guardia fin dagli anni ’70. Il peggio deve ancora venire se non interveniamo prima, sul piano religioso, politico e culturale. (Matteo Castagna, Resp. Circolo Christus Rex-Traditio)

Dopo polemiche scoppiate in scuole del Veneto sempre più islamico per presepi e recite natalizie, la Lega Islamica del Veneto tiene a precisare che abbiamo il permesso di celebrare il Natale.

“Come ogni anno – dice il presidente Bouchaib Tanji – si cerca di tirare in ballo i musulmani”. I quali però hanno “detto, chiarito e sottolineato che vedere un Presepe, cantare il Natale o ascoltare il nome di Gesù e di Maria, a noi non dispiace”. 

In realtà non è così, basta leggere dei genitori islamici e degli imam che protestano. E già il fatto che qualcuno di loro si senta di dovere di ‘darci il permesso’ di celebrare il Natale è il sintomo di qualcosa che non va.

Poi conclude l’imam: “Ci piacerebbe però che si creassero occasioni per far conoscere a tutti, bambini e giovanissimi compresi, i fondamenti della nostra fede, i nostri luoghi di preghiera, le nostre tradizioni”.

Insomma, il presepe sì, ma dovete anche insegnare l’islam a scuola.

FONTE: https://voxnews.info/2018/12/03/islamici-ci-danno-il-permesso-italiani-possono-celebrare-il-natale/