Gli intellettuali chic che difendono l’Ue, il peggiore degli imperi

Se potessi, chiederei ai firmatari: cosa c’è di meno conforme alla democrazia liberale della Unione Europea? È vero che siamo chiamati a votare ma è anche vero che il Parlamento ha poteri limitati e nessuno ci ha mai chiesto di scegliere un leader che governi l’Europa. Se non ce l’hanno chiesto, significa che non non sono interessati a coinvolgerci. La tecnocrazia non ama la democrazia liberale. Nei Paesi anglosassoni esiste una letteratura corposa sull’Unione europea come esempio di moderno impero. Il peggiore degli imperi: un impero senza imperatore, dove si parlano 25 lingue e chi comanda davvero è sua maestà l’euro, una moneta che ha valori diversi a seconda dei Paesi in cui viene speso. In Germania ha un valore, in Italia ne ha un altro. La lucidità degli artisti in campo politico è piuttosto scarsa.

fonte – https://www.nicolaporro.it/gli-intellettuali-chic-che-difendono-lue-il-peggiore-degli-imperi/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *