In Svizzera gli incontri segreti Bilderberg

di Sebastiano Lo Monaco

Fonte: Il Faro sul Mondo

Il Segretario di Stato americano Mike Pompeoha partecipato a un incontro segreto di Bilderberg in Svizzera, per discutere con estrema discrezione su questioni come la Brexit e il futuro del capitalismo. Il Dipartimento di Stato americanoha confermato sabato che Pompeo, che parteciperà a un tour di quattro nazioni in Europa, ha preso parte alla riunione di quattro giorni del Bilderberg, nella pittoresca cittadina svizzera di Montreux.

La sua partecipazione non era stata precedentemente menzionata nell’agenda ufficiale e non figurava nell’elenco dei circa 130 élite di 23 Paesi partecipanti all’evento. Nella lista c’è il genero e consigliere del presidente degli Stati Uniti Donald Trump,Jared Kushner, che potrebbe usare il forum per cercare di ottenere supporto per il suo piano in Medio Oriente non ancora svelato.

Il Ceo di Microsoft, Satya Nadella, il capo della Nato, Jens Stoltenberg e l’anziano statista Henry Kissinger figurano nell’elenco dei partecipanti, così come il primo ministro olandese Mark Rutte, il ministro delle Finanze francese, Bruno Le Maire e il ministro della Difesa tedesco Ursula von der Leyen. Il gruppo quest’anno ha discusso una serie di argomenti come il cambiamento climatico, il futuro del capitalismo, l’etica dell’intelligenza artificiale, Cina, Russia e Brexit, hanno riferito gli organizzatori.

Fondato nel 1954, il Bilderberg Meeting è una conferenza annuale progettata per favorire il dialogo traEuropa e Nord America. Ogni anno, tra 120-140 leader politici ed esperti dell’industria, della finanza, del lavoro, del mondo accademico e dei media sono invitati a prendere parte al Meeting.

Circa due terzi dei partecipanti provengono dall’Europa e il resto dal Nord America. Il Bilderberg Meeting è un forum per discussioni informali su questioni importanti; gli incontri si svolgono secondo la Chatham House Rule, che stabilisce che i partecipanti sono liberi di utilizzare le informazioni ricevute, ma l’identità degli oratori o di altri partecipanti non può essere rivelata.

Grazie alla natura privata del Meeting, i partecipanti prendono parte come individui piuttosto che in qualsiasi veste ufficiale, e quindi non sono vincolati dalle convenzioni del proprio ufficio o da posizioni prestabilite. In quanto tali, possono prendere tempo per ascoltare, riflettere e raccogliere idee. Non vi è alcun ordine del giorno dettagliato, non vengono proposte risoluzioni, non avviene nessun voto e non vengono emesse dichiarazioni politiche.

L’amministrazione Trump ha assunto posizioni forti e controverse su una serie di argomenti all’ordine del giorno, tra cui tensioni crescenti con Pechino, relazioni complesse con Mosca e un atteggiamento più che scettico nei confronti delle richieste di combattere il cambiamento climatico. Lo stesso Pompeo ha recentemente affermato che il cambiamento climatico sta aiutando ad aprire nuove rotte marittime nell’Artico solitamente ghiacciato.
All’incontro ha partecipato anche l’ex primo ministro italiano Matteo Renzi che è al momento pare sia stato l’unico politico italiano a partecipare alla segretissima riunione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *