Francesco manipola la storia e insulta i Cristiani

Francesco è compiaciuto che il documento di Abu Dhabi [eretico] che ha firmato a febbraio si stia “diffondendo anche nelle Americhe”.

Parlando all’Istituto Argentino per il Dialogo Interreligioso (19 novembre), Francesco ha affermato che il “dialogo tra le religioni” trova “la sua ragion d’essere nel dialogo di Dio con l’umanità”.

Francesco ha continuato a parlar male dei Cristiani citando una scena del poema La Canzone di Rolando (VIII secolo), secondo cui i Cristiani hanno costretto i musulmani sconfitti a farsi battezzare: “I musulmani hanno dovuto scegliere tra il battesimo o la spada. Questo è quello che abbiamo fatto noi cristiani”.

La verità storica è che i musulmani del tempo, quelli a cui faceva riferimento Francesco, erano aggressori che avevano scatenato una guerra in Spagna e in Francia, dopo aver conquistato la terra Santa e l’Africa del nord.

Aggiungendo beffa all’insulto, Francesco ha parlato contro “l’integralismo”, chiamandolo “una peste” e affermando che “tutte le religioni hanno dei gruppi integralisti.”

L’esempio più recente nella Chiesa cattolica e l’integralismo di Francesco per Pachamama.

Da https://gloria.tv/post/3jGsuVkjx9uu3dk4rjRJRbYt7

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *