L’esempio di un imprenditore cattolico

L’EDITORIALE DEL VENERDÌ
di Matteo Orlando

 

Con sede a Baltimora, la St. John Properties ha sviluppato, costruito e possiede migliaia di chilometri quadrati di uffici, flex/ricerca e sviluppo, vendita al dettaglio, magazzino e spazi residenziali e serve oltre 2.200 clienti in Maryland, Colorado, Louisiana, Nevada, Pennsylvania, Utah, Virginia e Wisconsin.
I 198 dipendenti dell’agenzia immobiliare statunitense, durante la festa di Natale dell’azienda, hanno accolto con sorpresa ed emozione l’annuncio dell’inatteso “bonus”. L’arcidiocesi di Baltimora ha elogiato la generosità dell’uomo d’affari cattolico, ricordando che l’imprenditore ha imparato l’importanza di essere generoso nel restituire alla società ciò che viene ricevuto.
L’ottantunenne St. John, durante una festa organizzata per celebrare il recente successo della sua azienda, ha spiegato il motivo del gesto: “volevo celebrare i buoni risultati e renderli significativi per le persone che hanno reso davvero possibile tutto ciò. Io dirigo la ‘nave’ ma sono loro quelli che la fanno avanzare”.
I 10 milioni di dollari saranno  distribuiti tra i 198 dipendenti a seconda degli stipendi. Gli assegni saranno da un minimo di cinquanta mila dollari ad un massimo di 240 mila dollari.
Quanto fatto dall’uomo d’affari americano e un segno che richiama, seppur lontanamente, la dottrina cattolica sull’impresa e l’economia. Per i cattolici, infatti, sono da rifiutare sia l’economia di matrice social-comunista sia quella di matrice capital-liberista.
L’economia di matrice cattolica dovrebbe essere centrata sulla reciprocità imprenditore-dipendenti, sul bene comune e sulla persona al centro dell’imprenditoria.
È bene ricordare che San Pio X, nel famoso catechismo sul quale si sono formati (e continuano a formarsi) milioni di cattolici, annovera tra i peccati che gridano vendetta al cospetto di Dio sia l’opprimere i poveri che frodare della giusta mercede gli operai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *