Trump: guerra mondiale o guerra civile contro il golpe totalitario della sinistra sanitaria?

Riceviamo da amico cattolico americano e volentieri pubblichiamo

di Adam Schwartz

Esistono sia gruppi trasversali, o transnazionali, sia blocchi di potere globali guidati e condotti da Stati nazionali e imperiali. Spesso collaborano, talvolta, come ora, sono in lotta feroce tra di loro. Chi sta prevalendo? Sino al dominio occidentale dei vecchi sudditi britannici (Clinton, Neocons, Obama) prevalevano di certo i gruppi oligarchici del Deep State, i quali stavano ridisegnando il mondo con una “pacifica” spartizione globale anglocomunista (comunista dal PCC imperialista di Pechino) ma a prezzo di un impoverimento di massa e di una deproletarizzazione verso il basso del proletariato di Stati Uniti e Europa. La vittoria di Trump ha però rimesso tutto in discussione. Lo Stato nazionale ha ripreso il suo posto; i lavoratori sono tornati dopo decenni di dittatura antisociale liberista a avere il diritto di parola; lo Stato populista e sociale trumpiano sovvenziona gli operai e i piccoli imprenditori contro la Silicon Valley e pare disposto anche ad armarli non solo militarmente ma anche con legittimità politica della Casa Bianca, come si è visto in questi giorni con il simbolo di “LIBERATE Michigan Virginia and Minnesota” e via di seguito….”Lockdown Rebellion” against Deep State, Fauci, Gates, Bezos, Soros and GAFA….Ultima mossa presidenziale sono i 6 mila dollari mensili alle famiglie americane di lavoratori e la nazionalizzazione della FED. (Gli Stati uniti stanno entrando in una nuova fase di Socialismo nazionale? Sarebbe paradossale, in quanto socialismo nella nostra storia americana ha sempre significato altro, ma non sarebbe da escludere….NDR)

Molti vogliono vedere l’avvento dell’Era Covid 19 già preannunciato dalla scenografia iniziale delle Olimpiadi di Londra ( Cfr.https://www.youtube.com/watch?v=ZZyoGB9Xy74&fbclid=IwAR3cDQHqmxxe0-hIhcUKbD59HwCd6RLW6x-hUUuIjDwc3Vg7F2G_73owSSE). Noi, pur con la cautela d’obbligo in tali casi, non siamo molto concordi. Covid -19 è stato usato, da una probabile azione multipla di più soggetti (di scuola britannico-cinese), contro lo Stato sociale e populista trumpiano, che aveva in questi 4 anni sconfitto la disoccupazione e messo KO le economie mercantiliste germanico-cinesi; nel 2012, anno dell’Olimpiadi di Londra, non solo non si aveva notizia di Trump, ma lo Stato Profondo era certo che l’alleanza globale anglocinese marciasse a vele spiegate verso una nuova era. Putin, solitario e economicamente debole, dava relativi pensieri ai Rothschild e ai Rockfeller. La Russia era sotto attacco da tutte le parti. Damasco vilipesa e stuprata da terroristi di tutto il mondo armati e coccolati dal clan Clinton-Obama. Il fenomeno Trump è stato del tutto imprevisto e rivoluzionario, come nessun altro da decenni. Non era previsto in Inghilterra, se non dalla fazione Farage-Brexit, che era tollerata, non appoggiata, dalla Casa Reale di Windosr e da Pilgrim Society nella assoluta certezza che si affermasse tranquillamente la Clinton negli USA; non era previsto in Cina, in cui la fazione comunista prevedeva altri decenni di pacifica globalizzazione economicistica; non era previsto in Russia, in cui tutti i piani interni rimandavano ossessivamente alla guerra russofoba finale, dopo anni di continua guerra di sterminio ai popoli slavi e ortodossi, dai serbi in Kossovo ai russofoni in Donbass per finire con i del tutto dimenticati bambini greci uccisi dal Quarto Reich eurogermanico; non era previsto nel vaticano gesuita, in cui ci stava preparando al dogma dell’accoglientismo come nuova linea teologica da associare come diversione al liberismo razzista russofobo e antiortodosso del clan Clinton. Tutti erano pronti, ormai, all’assalto alla Russia, in forma di Rivoluzione colorata o guerra calda vera e propria. E tutti erano in fondo felici di ciò e non vedevano l’ora che ciò avvenisse. Ma con Trump si metteva di nuovo in moto lo spirito del tempo distruggendo l’alienazione tecnocratica e economicistica. Lo spirito del tempo prende l’uomo coraggioso, un po’ folle e disponibile. Non guarda l’erudizione o l’intellettualismo del leader. Tutti i loro piani, del clan cinese britannico e del Quarto Reich prussiano o nazista, erano così andati e in fumo e venivano frantumati. L’isteria mondiale della stampa (tutta rispondente a Rotschild) partiva senza sosta (sfruttando un vecchio tweet del Presidente Trump in cui citava con venerazione Mussolini, come poteva citare Washington o Lincoln NDR), il nuovo mantra era che il trumpismo era fascismo! Ma loro continuavano a uccidere bambini greci, sostenere DAESH contro Assad  o fare affari con il clan Xi Jinping…..Dove era il fascismo? La gente si confondeva.

Le sinistre marxiste, arcobaleno e razziste antirusse partivano in marcia con il nuovo mantra del fascismo ma il proletariato mondiale capiva che queste sinistre neostaliniste erano il braccio armato dell’imperialismo britannico-cinese.

Trump, unico statista del mondo occidentale negli ultimi venti anni, diceva che Putin era stato il difensore unico dello spirito cristiano, tradito da Unione Sovietica Europea e Vaticano, che difatti in passato avevano entrambi sposato la causa dei neonazisti croati e ucraini e dei terroristi islamici contro russi e serbi. Già tutto ciò dava adito al proliferare di fake e indagini illusorie e fittizie come Russiagate per le quali era usato il denaro di milioni e milioni di contribuenti proletari americani che non portavano a nulla di concreto. Movimenti nazisti e islamici estremisti erano utilissimi allo scopo per la Sinistra filocinese occidentale e europeista, come vedemmo in particolare in Siria dal 2013 e in Ucraina dal 2014. Quanto Trump investì e prese di petto questo modo di fare geopolitica, si rimisero in moto le cerchie del Deep State. Tra l’altro, Trump si sarebbe poi diretto anche contro figure ambigue e quanto meno equivoche della Sinistra del Deep State come Jeffrey Epstein, i cui scandali rimandavano come fu visionato direttamente a MI6 e a Casa Reale di Windsor. Il loro tentativo ora è un nuovo focolaio di Covid in Usa, che porti al caos e renda ineleggibile il Presidente. Ciò significherebbe rivoluzione colorata negli USA, golpe “neostalinista”sanitario capeggiato dalla corrente filocinese Gates-Soros. Ma Trump ha fatto loro ben capire che il popolo e i Patriot americani sono in marcia e sono pronti a difendere la vita e la rielezione del Presidente. Continuano le menzogne dei fake media, così il Presidente ha parlato dell’ultimo sperimento biotecnologico a basi di raggi ultravioletti e i media dei Rothschild fabbricano nuove fake rilasciando dichiarazioni mai fatte da Trump! Il mondo intero si va dividendo irreversibilmente tra il partito sociale popolare di Trump (antiglobalista e antiNATO) e il partito elitista di Xi e Deep State globalista e NATO. Perché l’elite non ha ucciso il Presidente? Perché hanno capito che il trumpismo è un fenomeno sociale irreversibile e forse si illudono di conoscere ormai i punti deboli del Presidente….Il punto di scelta sarà la Gran Bretagna: se passa la linea Farage-Johnson la Gran Bretagna abbandonerà imperialismo e russofobia, se passa la linea del Deep State l’Inghilterra, già sull’orlo del definitivo abisso, seguirà inevitabilmentel’UE germanica  nell’essere sbranata pezzetto dopo pezzetto dai Comunisti di Pechino. Covid 19 e 5g SONO SOLO L’INIZIO.

DA

https://www.wndu.com/content/news/LIBERATE-Trump-goads-Michigan-other-states-to-lift-virus-restrictions-569730401.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *