Continuano le stragi dei Narcos della “Jalisco Nueva Generacion”

di Matteo Orlando
in esclusiva a per Agerecontra.it
In Messico la violenza dei Narcos non accenna a diminuire. I resti di almeno 25 persone sono stati trovati sepolti in una fossa comune fuori dalla città messicana occidentale di Guadalajara, secondo quanto riferito dalla procura di Jalisco.
Finora i ricercatori hanno “estratto i resti di 25 morti non identificati, nonché cinque sacchi che si presume contengano anche resti umani”.
I vicini hanno spiegato ai giornalisti che sono stati dei cani ad aver scoperto delle ossa in una fattoria abbandonata, nella città di El Salto, a sud di Guadalajara.
Adesso soldati, personale forense e pubblici ministeri lavorano nell’area in cui è stata scoperta la fossa.
Lo scorso 16 gennaio un’altra fossa comune era stata scoperta a Lomas del Vergel nella comunità di Zapopan, sempre nello stato di Jalisco.
I nuovi resti emersi dopo quest’ultimo rinvenimento saranno tutti trasferiti in un obitorio locale per un ulteriore esame.
Finora a Jalisco, solo in questi primi cinque mesi del 2020, sono stati trovati almeno 115 corpi gettati in almeno 10 fosse comuni. La maggior parte di queste fosse comuni sono state scoperte fuori Guadalajara, la seconda città del Messico.
Lo stato di Jalisco è stato teatro di crescenti violenze negli ultimi cinque anni, collegati a un potente cartello della droga, la “Jalisco Nueva Generacion”.
A niente sono serviti gli appelli di politici, militari, religiosi, persone comuni. Il comune grido “non vogliamo più assassini” è rimasto lettera morta e molti madri messicane continuano a cercare i loro figli scomparsi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *