Senatore pro vita: “nostri diritti vengono da Dio e non da Google”

Durante un’apparizione alla conferenza conservatrice “Conservative Political Action Conference” (CPAC) in Florida venerdì 26 febbraio, il senatore pro-vita Josh Hawley si è scagliato contro il dominio e l’influenza dei Big Tech nella società americana e mondiale ed ha ricordato ai partecipanti che i nostri diritti provengono da Nostro Signore Gesù Cristo e non da un’enorme azienda Big Tech che apparentemente governa il mondo.
Il senatore ha condannato i “liberali radicali” e le “più grandi società” del mondo, sottolineando: “i nostri diritti vengono da Dio e non da Google”.
Hawley si è lamentato del fatto che “le corporazioni dicono alla gente cosa fare”. Questa, a giudizio del senatore, “è un’oligarchia e le élite liberali stanno cercando di imporre la loro volontà negli Stati Uniti”.
Il senatore pro-vita ha spiegato che questa “è la lotta del nostro tempo”, e bisogna combattere  “per rendere di nuovo reale il governo del popolo”, per ripristinare “la sovranità del popolo americano”.
Per  Josh Hawley “questa è una nuova lotta per la libertà. Questa è la lotta della storia umana”, ha aggiunto.
Leonardo Motta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *