La denuncia di Christus Rex al “Cristo gay” riceve un consenso enorme

Condividi su:

di Redazione

Il post della denuncia al “Cristo gay” del Gay Pride di Milano, ripresa dal quotidiano La Verità, sulla sola pagina Twitter del nostro Responsabile Nazionale Matteo Castagna riceve oltre 1.500 like, circa 500 condivisioni e 200 commenti favorevoli (anche da persone dichiaratamente non credenti o gay friendly). Oltre alle centinaia di adesioni ricevute sulle pagine Facebook, Instagram e privatamente. Indice che l’iniziativa è stata apprezzata, ma soprattutto che la gente è stufa di blasfemie, a prescindere da chi le compia.

Appena pronta, la denuncia sarà depositata e la parola spetterà alla Magistratura, in merito agli articoli del Codice sul vilipendio della Religione, sulla legge Mancino e qualsiasi altra ipotesi di reato contro la Religione e il sentimento religioso dei cristiani venga, eventualmente, rilevata nel corso dei Pride di Milano, Roma e Bologna della settimana scorsa.

Attenzioniamo, ora, il Pride di Verona, in programma sabato 3 luglio 2021, perché non esiste un diritto alla blasfemia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *