DA UN’OMELIA DI SAN GIOVANNI VIANNEY – Curato d’Ars – 1820 –

Risultati immagini per Santo curato d'Arsdi Padre Romualdo Maria Lafitte O.S.B.

San Giovanni Maria Vianney era un contadino. Con molta difficoltà, riuscì a diventare sacerdote. Confessava 22 ore al giorno, con penitenze e digiuni terribili; leggeva nelle anime, faceva tanti miracoli, e la gente veniva dal mondo intero per confessarsi con lui. Egli predicava ai suoi contadini in maniera molto semplice, ma chiara e essenziale.

———————————————–

Molti sono i cristiani, figli miei, che non sanno assolutamente perché sono al mondo…

“Mio Dio, perché mi avete messo al mondo?” – “Per salvarti”.

“E perché mi volete salvare?” – “Perché ti amo”.

Com’è bello conoscere, amare e servire Dio ! non abbiamo nient’altro da fare in questa vita. Tutto ciò che facciamo al di fuori di questo è tempo perso! Bisogna agire solo per Dio, mettere le nostre opere nelle Sue mani… Svegliandosi al mattino, bisogna dire: “Oggi voglio lavorare per Voi, mio Dio! Accetterò tutto quello che vorrete mandarmi come Vostro dono. Offro me stesso in sacrificio. Tuttavia, mio Dio, io non posso nulla senza di Voi: aiutatemi!” Continua a leggere

La nuova “messa”, i nuovi preti e i nuovi vescovi non sono validi

MESSA ANTICA
Una spiegazione semplice ed efficace sull’invalidità della nuova “messa” cui va aggiunta la lettura del “Breve esame critico del Novus Ordo Missae” e dei sacramenti dell’ordine sacerdotale e della consacrazione episcopale. Ecco i motivi della drastica riduzione della visibilità della Chiesa:

di Padre Romualdo Maria Lafitte O.S.B.

 

Hanno cambiato le parole della Consacrazione. Invalidità della nuova messa.

“Non voglio dimostrarvi, ma mostrarvi” –Fellini.

 

Per fare il Sacramento c’è bisogno di 3 elementi: materia, forma, intenzione. Se cambia una delle tre, non c’è Sacramento. Diventa invalido, inesistente.

Col Decreto sui Giacobiti (Eugenio IV) e De Defectibus (San Pio V), la Chiesa definì la forma della Consacrazione in modo irriformabile: “Questo è infatti il Mio Corpo’ [Hoc est enim Cor- pus Meum] e ‘Questo è infatti il calice del Mio Sangue, del nuovo ed eterno Testamento; Miste ro della Fede, che sarà versato per voi e per molti in remissione dei peccati.” [Hic est enim Calix Sanguinis Mei, Novi et Aeterni Testamenti; Mysterium Fidei, qui pro vobis et pro multis effundetur in remissionem peccatorum].   Se un’omissione o alterazione è compiuta nella formula di consacrazione che implichi un cam- bio di significato, la consacrazione è invalida”. Omettere la parola“ infatti”(enim) NON cambia il significato, ma cambiare “che sarà versato per voi e per molti”, SI! «Se 1 parte sostanziale del- la forma sacramentale è soppressa , il senso essenziale delle parole è distrutto e dunque il sa- cramento è invalido. » San Tomaso d’Aquino, Summ theol, III, q.60, a.8.

Continua a leggere

Piccolo Catechismo: come salvarsi l’anima

di Padre Romualdo Maria Lafitte O.S.B.

PICCOLO CATECHISMO o COME SALVARSI L’ANIMA

10 comandamenti di Dio

  1. Non avrai altro Dio al di fuori di Me
  2. Non nominerai il nome di Dio invano (Bestemmie)
  3. Santificare le feste
  4. Onora il padre e la madre
  5. Non ucciderai
  6. Non commetterai atti impuri
  7. Non ruberai
  8. Non dirai false testimonianze (Bugie)
  9. Non desidererai la donna d’altri
  10. Non desidererai la roba d’altri

5 comandamenti della Chiesa

  1. Assisterai devotamente alla Messa di Domenica e nelle feste d’obbligo.
  2. Digiunerai e farai astinenza nei giorni prescritti (Mercoledì delle ceneri, Venerdì Santo), di carne ti asterrai durante la Quaresima, vigilie e tutti i venerdì dell’anno.
  3. I tuoi peccati confesserai e ti comunicherai almeno una volta l’anno, per Pasqua.
  4. Darai la decima alla Chiesa secondo i costumi e le tue possibilità.
  5. Non celebrerai nozze solenni in tempi proibiti (Avvento, Quaresima, vigilie)

4 peccati che gridano vendetta al cospetto di Dio

  1. Omicidio volontario (assassinio, aborti, contraccettivi abortivi)
  2. Peccato impuro contro natura (masturbazione, coito interrotto e contraccezione, sodomia, lesbismo, bestialità, rapporti contro natura fra sposi).
  3. Oppressione dei poveri /   4. Non pagare il giusto agli operai

6 peccati contro lo Spirito Santo

  1. Disperazione della propria salvezza /    2. Presunzione di salvarsi senza meriti

3..    Combattere la Verità conosciuta /          4. Invidiare la grazia altrui

5..   Ostinazione nel peccato /                       6. Impenitenza finale

7 vizi capitali: Orgoglio, Avarizia, Lussuria, Ira, Gola, Invidia, Pigrizia

3 virtù teologali: Fede- Speranza- Carità

4 virtù cardinali: Prudenza- Giustizia- Forza- Temperanza

7 doni dello Spirito Santo: Sapienza, Intelletto, Forza, Consiglio, Scienza, Pietà, Timore di Dio

12 frutti dello Spirito Santo

Carità, Gioia, Pace, Pazienza, Bontà, Benignità, Mansuetudine, Modestia, Longanimità, Fede (Fedeltà), Continenza, Castità.

4 fini ultimi: Morte, Giudizio, Paradiso, Inferno

9 cori angeli: Angeli, Arcangeli, Potenze, Principati, Dominazioni, Virtù, Troni, Cherubini, Serafini

7 opere di misericordia corporali

  1. Dare da mangiare agli affamati / 2. Dare da bere agli assetati
  1. Vestire chi è ignudo /                4. Ospitare chi è senza tetto /  5. Visitare gli ammalati
  1.     Visitare i carcerati /                   7.  Seppellire i morti

7 opere di misericordia spirituali

  1. Consigliare i dubbiosi /    2. Istruire gli ignoranti /    3. Riprendere i peccatori
  1. Consolare gli afflitti /    5. Perdonare le offese ricevute

6..    Sopportare pazientemente le persone moleste/ 7. Pregare Dio per i vivi e per i morti

7 sacramenti: Battesimo- Cresima- Confessione- Eucaristia- Matrimonio- Ordine- Estrema unzione

La Vergine Maria: Madre di Dio. Triplice verginità, prima del parto, durante il parto (non partorì co-me le altre mamme, ma il Verbo uscì da Lei come la luce passa attraverso il cristallo senza romperlo), dopo il parto (Vergine perpetua fino alla morte).

12 apostoli: Pietro, Giacomo, Andrea, Filippo, Bartolomeo, Matteo, Giacomo e Giovanni, Simone, Giuda Taddeo, Tommaso, Mattia (che sostituì Giuda Iscariota).

IL ROSARIO.

Contiene tutto il Vangelo. La vita di Gesù e Maria. Preghiera la più temuta da satana. “Non c’è problema ma-teriale o spirituale, nazionale o internazionale, che non si possa risolvere col Santo Rosario”  – Lucia di Fatima.

Il Rosario è fatto di 15 misteri o decine: 5 misteri gaudiosi / 5 dolorosi  / 5 gloriosi.

Se non si dice il Rosario intero di 15 posti, si recitano i misteri gaudiosi il lunedì e il giovedì; i dolorosi il martedì e il venerdì; i gloriosi il mercoledì, il sabato e la domenica.

Come recitarlo.

. Si fa il segno della croce: Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

. Si enuncia il mistero. Per esempioPrimo mistero: L’Annuncio dell’angelo a Maria.”

. Poi si dicono 1 Padre Nostro, 10 Ave Maria, 1 Gloria al Padre.

. Poi la preghiera chiesta dalla Madonna a Fatima:O Gesù mio, perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell’inferno, porta in Cielo tutte le anime, specialmente le più bisognose della Tua misericordia”.

Poi si passa al mistero seguente e si ripetono le stesse cose. Continua a leggere

1 2 3