Archivio per la categoria Rassegne stampa

Rassegna stampa sulle scuole cristiane nel Vicino Oriente

Risultati immagini per Rassegna stampa sulle scuole cristiane nel Vicino OrienteSegnalazione del Centro Studi Federici

TERRA SANTA – Palestina, la religione cristiana entra fra le materie per la maturità scolastica
La decisione raggiunta dopo 13 anni di dibattiti. Approvato un testo ministeriale. A Betlemme, i ragazzi sono entusiasti. Prima la prova era solo interna, non riconosciuta a livello statale
Betlemme (AsiaNews) – Ai prossimi esami di maturità, gli studenti cristiani e musulmani affronteranno fianco a fianco una prova ognuno sulla propria religione. Per la prima volta, la religione cristiana è nelle materie ufficiali del “tawjihi”, l’esame finale per i ragazzi del liceo (12ma classe). Lo racconta fra Marwan Di’Des, francescano e direttore della Scuola di Terra Santa di Betlemme.  Nei Territori palestinesi l’anno scolastico è iniziato il 29 agosto (per la gioia dei più piccoli e il rammarico dei ragazzi del liceo, commenta ridendo fra Di’Des). Per il 2018-19, gli studenti cristiani dell’ultimo anno affronteranno una materia in più all’esame nazionale: “Educazione cristiana”. La decisione è il frutto di 13 anni di dibattito e lavori. Per la prova, il ministero palestinese dell’Istruzione ha approvato un libro di testo redatto con la collaborazione di tutte le chiese (“chiese”, ndr) in Palestina. Negli anni precedenti, l’esame riguardava solo l’islam, nonostante entrambe le religioni siano obbligatorie. “La questione è di giustizia sociale: se il ragazzo musulmano può fare un esame ufficiale, perché non il cristiano?”, commenta fra Di’Des. “È un grande risultato perché in Terra Santa siamo meno del 2%. Questa minoranza assoluta che riesce ad avere un esame statale per la propria religione è un successo importante. È anche il segno che l’Autorità riconosce il nostro ruolo pedagogico.” (…) L’eguaglianza fra ragazzi musulmani e cristiani è un tema vivo per la scuola di Betlemme, dove il 67% degli studenti è cristiano e il resto musulmano. (…)

Prosegui la lettura »

Tags: , , ,

Rassegna stampa a cura del C.S. Federici

Immagine correlataSegnalazione del Centro Studi Federici

Iniziamo con una buona notizia
(26/3/2018) Mosul (Agenzia Fides) – Sono più di quattromila le famiglie di profughi cristiani ritornati a Mosul e nella Provincia di Ninive negli ultimi mesi, dopo che lo scorso 9 dicembre il Presidente iracheno Haider al Abadi aveva proclamato la sconfitta su tutto il territorio nazionale dei jihadisti dell’auto-proclamato Stato Islamico (Daesh). Lo ha dichiarato domenica 25 marzo Nawfal Hammadi, governatore della Provincia di Ninive. Hammadi ha anche specificato che la maggior parte di esse avevano trovato rifugio nella regione autonoma del Kurdistan iracheno, dopo che – tra il giugno e l’agosto 2014 – la conquista della regione da parte dei jihadisti di Daesh aveva aveva spinto i cristiani a fuggire dalle proprie case. Secondo Hammadi – che ha rilasciato le sue dichiarazioni a Press TV, la rete televisiva in lingua inglese legata all’Iran – il flusso di rientro dei profughi cristiani alle proprie case è destinato a riprendere con intensità quando si concluderà l’anno scolastico e accademico in corso.

Prosegui la lettura »

Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,

Le signal politique et religieux du Pays Réel

L’info libre et sans concession / Antichristianisme / Islamisation / Mondialisme / Lobbies
MPI TV :
• Trad’Histoire – La bataille de Bouvines
• La vertu de justice (cours de catéchisme en vidéo)
• Virginie Vota : “Immigration, les autres avant les nôtres ?”
Notre sélection d’articles :
Politique :

• Marine Le Pen : “Dans le quartier de Redouane Lakdim à Carcassonne, les policiers ont été pris à partie par des jeunes qui chantaient sa gloire !”
• Le succès de la Fête du Pays Réel est un signal politique et religieux
• Reportage en photos à la belle Fête du Pays Réel
• Evénement catholique et nationaliste : la Fête du Pays Réel ce samedi 24 mars 2018
• L’un des fils du président Kadhafi : “J’ai des preuves solides contre Sarkozy”
• Gaël Brustier : encore un « expert » de « l’extrême droite » démasqué
• Le maire de Castres s’inquiète de l’argent public dépensé pour l’accueil des immigrés “alors que la population française se paupérise et se précarise chaque jour davantage”
• Affaire Maurras : Françoise Nyssen humiliée
• Les amitiés d’Emmanuel Macron et Alain Juppé avec Hashim Thaçi, accusé de trafic d’organes
• Affaire Sarkozy-Financement libyen : le juge est-il neutre ?
• Un franc-maçon devient président du Conseil Economique, Social, Environnemental et Culturel de Corse
• Garde à vue pour Sarkozy : explications

International :

• Viktor Orban décrit George Soros
• Trump veut la peine de mort pour les trafiquants de drogue !
• Londres, le visage de Poutine souriant sur la façade du Foreign Office
• XI Jinping : président à vie ?

Société :

• Les artisans à l’honneur à la Fête du Pays Réel (1)
• “Radouane Lakdim n’aurait pas du être français”
• Mort d’un héros assassiné : le lieutenant-colonel Arnaud Beltrame avait pris la place d’une otage à Trèbes
• Attentat islamique à Trèbes près de Carcassonne : prise d’otages et au moins 2 morts et de nombreux blessés
• Le « meilleur des mondes » de Facebook and cie

Bioéthique et Santé :

• « On m’offre la mort assistée mais pas l’assistance pour vivre ! »
• Non, les éoliennes ne sont pas ce bienfait que l’on nous promet
• Le manifeste des médecins : des centaines de mèdecins défendent une mèdecine de la vie
• Le Docteur Alain Scohy met en garde au sujet des 11 vaccins imposés à nos enfants
• Une voiture autonome crée un premier accident mortel
• Des premières naissances de plus en plus tardives

Religion :

Vous pouvez également retrouver l’ensemble de l’actualité religieuse sur medias-catholique.info

• Portugal : un prêtre, devenu père d’un enfant, garde son ministère sacerdotal
• Cardinal Kasper : « il y a des éléments chrétiens dans les unions homosexuelles »
• Suite et fin de l’affaire de la lettre de Benoît XVI censurée : Mgr Viganò démissionne
• Le pré-synode des jeunes ouvert aux autres religions et aux non-croyants
• Le pape François et les « gardiens » de la révolution

Economie :

• Qui détient la dette des Etats-Unis ?
• 5 % des voitures vendues dans le monde sont françaises
• La France, championne d’Europe des grèves
• Toys “R” Us…Toys are us ? No more…
• Medelse, l’assurance tranquillité des médecins

People :

• Une ex-miss Bulgarie devient “Grande Maîtresse” d’une nouvelle obédience franc-maçonne

Culture :

• La condamnation de l’Action française (Philippe Prévost)
• Le start-uper Macron défendant la langue de Molière ? Un joli paradoxe
• Les chrétiens en Iran : histoire et actualité
• Massu (Pierre Pellissier)
• Macron veut faire de la “New France” une “start-up nation” entourée des “helpers” de sa “team love”

La vergogna della fiction Rai “Di padre in figlia”: così umiliano cinque milioni di veneti

Rai, la vergogna della fiction Rai "Di padre in figlia": così umiliano cinque milioni di veneti

Se i veneti avevano intenzione di votare Sì al referendum sull’ autonomia, ora avranno una ragione in più per emanciparsi dallo Stato e dalle sue aziende come la Rai. In questi giorni la tv pubblica sta mandando in onda la fiction Di padre in figlia, ambientata nella Bassano del Grappa degli anni 70 e 80, una narrazione che riesce nel raro intento di raccogliere tutti i peggiori cliché sul popolo veneto: il capofamiglia, Giovanni Franza (Alessio Boni), è un arrivista disposto a tutto pur di avere successo, uomo autoritario, prepotente e fedifrago; nonché titolare di un’impresa accusata di frode fiscale e falsa esportazione; il genero di Franza è un ubriacone e manesco; le donne di famiglia sono tutte vittime di una società maschilista: alla figlia più talentuosa (Maria Teresa, interpretata da Cristiana Capotondi) il padre impedisce di fare carriera come meriterebbe; l’altra figlia, Elena, si vede tarpare a lungo il desiderio di autodeterminazione e il sogno di far la modella, fino all’abbandono liberatorio del tetto coniugale (e dei figli); la moglie di Franza subisce reiterati tradimenti dal marito, salvo poi emanciparsi da lui, tradendolo a sua volta; il riscatto femminile passa sempre dalla lotta per la legalizzazione dell’aborto e del divorzio e da una vita di eccessi, fatta di droghe e assenza di riferimenti tradizionali (è il caso dell’ altra figlia, Sofia); la donna più saggia e mite della fiction è una prostituta; la più sottomessa è una segretaria abusata sessualmente dal padre.

Massoneria, scoppia la grande faida

Dopo il sequestro di 35 mila nomi da parte della Guardia di Finanza, nelle logge è tutti contro tutti. Espulsioni, autosospensioni, scissioni. Riti paralleli e incontrollabili. Macabre cerimonie di iniziazione. E sullo sfondo le infiltrazioni criminali su cui indaga l’Antimafia

DI GIANFRANCESCO TURANO     
Nel fine settimana della Gran Loggia, organizzato dal Grande Oriente a Rimini dal 7 al 9 aprile, la massoneria si mostra compatta, in salute, forte delle sue adesioni in crescita costante. Nel trecentesimo anniversario dalla nascita della massoneria moderna a Londra, la kermesse annuale ha convocato al Palacongressi della città romagnola duemila persone, ha programmato spettacoli teatrali dedicati alla vita di Enzo Tortora, commemorazioni di fratelli illustri come l’attore Arnoldo Foà e l’apneista Enzo Maiorca. Fra i politici invitati, gli habitués Daniele Capezzone (Direzione Italia) e il viceministro delle Infrastrutture e segretario socialista Riccardo Nencini.Abbondanti e varie anche le delegazioni internazionali presenti in Italia per ottenere il riconoscimento del Goi: Mali, Sudafrica e cinque Stati della federazione brasiliana. Tutto sotto il patrocinio del segretario esecutivo della conferenza dei Gran Maestri internazionali, il chirurgo pediatrico rumeno Radu Balanescu.

E l’ANSA spiana la strada ai profughi

Quotidiano “La Verità” del 1/4/2017

Visualizzazione di IMG-20170401-WA0022.jpg

Migranti, Ungheria accusa: “Governo Renzi ci ricattava”

Dopo il passo indietro dell’Austria sul piano europeo per la ricollocazione dei migranti, il governo ungherese accusa l’Italia di continuare a “ricattare” l’Ungheria sulle politiche migratorie.

Altro che nuovo slancio unitario. I festeggiamenti per l’anniversario dei sessant’anni dell’Europa unita si sono appena conclusi, ma nel Vecchio Continente sono subito tornate le tensioni.

A dividere è ancora il dossier immigrazione. Ieri, a sorpresa, Vienna ha annunciato il ritiro dell’Austria dal piano europeo per la ricollocazione dei migranti. E oggi, il portavoce del governo ungherese, Zoltan Kovacs, ha puntato il dito contro l’Italia, accusando Roma di ricattare Budapest sulle politiche migratorie.
Prosegui la lettura »

“Report”, stasera alle 21.30 riparte il programma con tante nuove inchieste

unnamed

Tra i servizi in scaletta: Sottole stelle di Bernardo Iovene. Una stella Michelin cambia la vita a un ristorante e allo chef, ma anche le forchette del Gambero Rosso

Riparte l’appuntamento con “Report” e con Sigfrido Ranucci che raccoglie il testimone da Milena Gabanelli da lunedi’ 27 marzo alle 21.30 su Rai3. Tra i servizi in scaletta: Sottole stelle di Bernardo Iovene. Una stella Michelin cambia la vita a un ristorante e allo chef, ma anche le forchette del Gambero Rosso e i cappelli dell’Espresso possono fare la fortuna di un cuoco, che da quel momento ha la possibilita’ di partecipare a trasmissioni televisive, eventi culinari nazionali e internazionali, avere sponsor, diventare consulente, docente e fondare scuole. Ma agguantare stelle, cappelli e forchette ha un prezzo. Qual e’? L’inchiesta di Bernardo Iovene racconta come dietro il fantastico mondo della cucina ci sia in realta’ un gioco delle parti e un intreccio promiscuo tra cuochi, fornitori e critici delle piu’ prestigiose guide.

Prosegui la lettura »

Università di Verona: il Prof. Sala, i riti magici e molto altro…va bene così?

“La Verità”, quotidiano di Maurizio Belpietro, pubblica dalla prima pagina a pag. 12 di sabato scorso un lungo articolo, su una questione ben nota a Verona, a suo tempo denunciata pubblicamente dai tradizionalisti, della quale si occupò anche il nostro circolo Christus Rex. Ora che la notizia ha avuto la ribalta nazionale, il rettore darà risposte o va tutto bene così? Ci sarà, come pare, anche un’interrogazione parlamentare?2017-03-25 13.38.03

Le annate della rivista Terra Santa 1921-1925

copertina_terra_santa

 

Segnalazione del Centro studi Federici

L’archivio storico delle annate della rivista La Terra Santa

In occasione dei novant’anni del bimestrale Terrasanta (fino al 2005 La Terra Santa) abbiamo avviato la digitalizzazione delle annate della rivista.

Cliccate sull’annata che vi interessa per scaricare il relativo file pdf (considerate le dimensioni di ogni file, il download richiederà qualche minuto).

La Terra Santa, annata 1921

La Terra Santa, annata 1922

La Terra Santa, annata 1923

La Terra Santa, annata 1924

La Terra Santa, annata 1925

http://www.terrasanta.net/tsx/articolo.jsp?wi_number=3307

_________________________

http://federiciblog.altervista.org/2016/09/07/le-annate-della-rivista-terra-santa-1921-1925/

Prosegui la lettura »

Centro preferenze sulla privacy

Chiudi il tuo account?

Il tuo account verrà chiuso e tutti i dati verranno eliminati in modo permanente e non potranno essere recuperati. Sei sicuro?